Quartu, tamponi agli studenti per tenere le scuole aperte: “I nomi scelti da Ats e dirigenti”

Scatta la riorganizzazione del tracciamento in città, per scongiurare focolai negli istituti test solo per gli alunni. Il sindaco Milia: “Avremo gli elenchi degli studenti, così riportiamo il mondo dell’istruzione alla normalità”

Il Covid continua a preoccupare a Quartu e, anche se la variante Omicron, da giorni, mostra sempre più debolezza, nella terza città della Sardegna si decide di puntare tutti i controlli sugli studenti delle scuole. Ad annunciarlo è il sindaco Graziano Milia. Dalla settimana prossima, ogni martedì e giovedì, il personale medico dell’Ats aprirà tanti set di tamponi per un tracciamento che riguarderà, pian piano, tutti gli alunni degli istituti quartesi, senza nessuna distinzione territoriale. I controlli, infatti, riguarderanno sia gli studenti residenti in città sia quelli pendolari: “I tamponi saranno eseguiti ogni martedì e giovedì”, e i nomi saranno forniti dalla stessa Ats: “Avremo gli elenchi dei nominativi concordati con tutte le direzioni scolastiche”, spiega il sindaco.
“È un fatto positivo”, osserva Milia. L’obbiettivo è evitare il ritorno della dad nelle classi: “Dobbiamo riportare il mondo dell’istruzione alla normalità”.


In questo articolo: