Pusher sardo finisce in cella “grazie” all’onestà della madre: “Non vive qui da me”

L’uomo, un 40enne, ha detto ai carabinieri di vivere in casa della madre, ma non era vero. Nella sua vera abitazione sono stati trovati quasi 2 chili di marijuana nascosti sotto al materasso

Ha cercato di imbrogliare i carabinieri del reparto territoriale di Olbia: i militari erano alla ricerca di droga e lui, un 40enne sardo pregiudicato, gli ha “aperto le porte” della casa della madre, dicendo di vivere insieme a lei. La donna, però, ha negato tutto: “Non vive con me”. Così, è scattata la perquisizione nella vera abitazione, ed è saltata fuori la droga. 1,7 chili di marijuana, già suddivisa in buste di varia grandezza e nascosta sotto un materasso. Addosso al pusher sono stati trovati anche quasi cinque grammi di cocaina e due bilancini di precisione. L’arresto per spaccio di droga è stato immediato,  di precisione che l’uomo portava con sé.

 

F.B., queste le iniziali, è stato rinchiuso in una camera di sicurezza, in attesa del processo per direttissima a Tempio Pausania.