Per la morte di Roberto s’indaga per omicidio colposo: macchinari sequestrati, titolare indagato

Oggi l’autopsia sul corpo del povero ragazzo di Villanova Tulo, morto a 21 anni sul posto di lavoro dopo essere stato scaraventato a terra da un macchinario che l’avrebbe agganciato per una tragica fatalità. Le indagini per capire se ci siano eventuali responsabilità o se invece sia stata solo una tragica fatalità

E’ prevista per oggi l’autopsia sul corpo di Roberto Usai, il 21enne di Villanova Tulo, morto lunedì scorso mentre lavorava su un macchinario all’interno dell’azienda di Isili che produce prefabbricati, dove il ragazzo era assunto. La procura, intanto, indaga per omicidio colposo, mentre carabinieri e ispettori del servizio di prevenzione e verifica sulla sicurezza nei luoghi di lavoro stanno continuando a raccogliere tutti gli elementi utili  da inviare al magistrato. Il titolare dell’azienda dove è avvenuta la tragedia è stato iscritto nel registro degli indagati. Secondo le prime ricostruzioni, Roberto sarebbe stato agganciato da uno dei macchinari sui quali stava lavorando, sarebbe poi stato sbalzato e scaraventato lontano, schiantandosi a terra. Tutti i macchinari dell’azienda sono stati sequestrati e saranno sottoposti a una consulenza di periti della procura.

Tantissimi i messaggi di cordoglio che continuano ad arrivare per Roberto, un ragazzo amatissimo in paese e benvoluto da tutti, gran lavoratore nonostante la giovane età e appassionato di calcio e componente di un gruppo folk. Famiglia e amici sono inconsolabili, ancora increduli per la tragedia che ha colpito un’intera comunità.


In questo articolo: