“Numeri da zona arancione in Sardegna, ma rischiamo la zona rossa per colpa di nuovi focolai”

Domenico Gallus a Radio Casteddu: “L’Rt è sceso ma ci sono tanti nuovi focolai. Stringiamo i denti. Il coprifuoco? Un paradosso, in Sardegna l’estate significa vacanza e spensieratezza”

Domenico Gallus a Radio CASTEDDU: “L’Rt è sceso però quello che potrebbe disturbare e che ci sono tanti nuovi focolai e questo è un elemento che potrebbe entrare nel gioco dei parametri e lasciarci in zona rossa per ancora una settimana. Stringiamo i denti, cerchiamo di dare risposte a chi soffre più di noi: è chiaro che solo così si riesce a debellare il virus.
Il vaccino sarà sempre l’arma che ha debellato tutte le pandemie, cioè quello che serve per sviluppare l’immunità di gregge che stiamo cercando, da vari mesi, di ottenere.
Ill coprifuoco? Un paradosso. Noi viviamo l’estate, in Sardegna, come luogo di vacanza e spensieratezza. Non saranno di certo due ore in più a determinare la vittoria sulla pandemia, ci sono altre cose che dobbiamo imparare, che sono quelle del rispetto delle regole e delle persone: se noi iniziamo a rispettare le regole e le persone si potrà lasciare aperto anche la notte.
Il problema non è la notte perché  gli assembramenti ci sono alle 8 del mattino e alle 5 del pomeriggio, quindi non è certamente un limite di orario che potrebbe essere decisivo per la vittoria su questo virus”.
Risentite qui l’intervista a Domenico Gallus del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/761745241176019/
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU