Morti carbonizzati nella Ferrari che si schianta sulla 195, milionario indiano indagato per omicidio stradale

Vikas Ranvir Oberoi (nel riquadro), 54enne considerato tra i più ricchi personaggi dell’India, era al volante della Lamborghini: ha sorpassato la striscia continua ostacolando la Ferrari con a bordo la coppia di svizzeri.

Un magnate indiano, Vikas Ranvir Oberoi, 54 anni, considerato tra i personaggi più ricchi dell’India, è indagato dalla Procura di Cagliari in seguito all’incidente stradale che ha causato due morti, la coppia di svizzeri rimasta carbonizzata su una Ferrari lunedì a San Giovanni Suergiu, nel sud Sardegna, durante un raduno di auto sportive di lusso. Come già anticipato ieri da Casteddu Online, il filmato dello schianto è stato acquisito dai carabinieri e girato al pm di turno, Giangiacomo Pilia, che ha iscritto il magnate indiano nel registro degli indagati con l’ipotesi di duplice omicidio stradale. A dare notizia dell’ulteriore sviluppo delle indagini è L’Unione Sarda.

La Ferrari degli elvetici ha superato le auto incolonnate nonostante la striscia continua che indicava il divieto di sorpasso, ma la Lamborghini Hurican che la precedeva avrebbe fatto una manovra azzardata, oltrepassando la striscia continua e finendo con l’ostacolare proprio il bolide “rosso”.


In questo articolo: