Morte della moglie di Liverani, un aiuto ai malati di cancro “in memoria di Federica”

Sostegno all’associazione che promuove processi di accoglienza e umanizzazione delle cure oncologiche. È il progetto di beneficenza lanciato dall’allenatore del Cagliari in memoria della consorte Federica Frangipane, morta ieri all’età di 46 anni.

Una tragedia quella che ha colpito l’allenatore rossoblù Fabio Liverani. La moglie Federica Frangipane, madre dei suoi due figli, è morta a 46 anni. Era malata da tempo. E ora in sua memoria nascerà un’associazione che aiuterà i pazienti oncologici.
“Un ringraziamento a tutti quelli che ci sono vicini in questo momento”, ha scritto nel proprio profilo social Liverani. “Saluteremo Federica Giovedì 22 settembre alle ore 11:00. Le esequie si terranno presso la Chiesa di San Giuseppe Cafasso in Via Camillo Manfroni, a Roma. Federica ha espresso il desiderio di aiutare Ifo, la struttura che ha offerto a lei e alla nostra famiglia un supporto tanto prezioso e importante.
Per chi lo desiderasse, vi chiediamo di effettuare un bonifico alle seguenti coordinate bancarie. Sarà cura delle famiglie Frangipane e Liverani approntare un progetto di solidarietà in memoria della nostra amata Federica.
Emiliano Frangipane
IT88F3608105138269349369480
Causale: Per IFO Medicina Oncologica in memoria di Federica Frangipane”.

Ifo è una organizzazione che sin dal 1939 promuove processi di accoglienza e umanizzazione delle cure anche grazie al “percorso oncologico” avviato negli ambulatori di oncologia medica: la missione è ridisegnare l’organizzazione attorno alle esigenze del paziente e dei suoi familiari, partendo dall’informazione fino all’accoglienza, all’orientamento e alla dimissione.


In questo articolo: