Monumenti Aperti arriva a Selargius: ecco gli undici luoghi da visitare

Questo fine settimana Monumenti Aperti arriva a Selargius: i luoghi da visitare

Undici monumenti visitabili, diciassette associazioni coinvolte e oltre cinquecento studenti pronti a indossare i panni di Cicerone. È tutto pronto per la nuova edizione di Monumenti Aperti, in programma sabato e domenica a Selargius. Un appuntamento ormai imperdibile e ricco di novità; come il tour in carrozza da otto posti, che accompagnerà i visitatori in un suggestivo percorso culturale alla scoperta dei siti e monumenti cittadini: la partenza sarà da via Gallus (ingresso piazza Si ‘e Boi), dalle 9,30 alle 13 e dalle 16 alle 20, ogni trenta minuti. E ancora: cinque progetti speciali che avranno per protagonisti gli studenti dell’Istituto comprensivo di Su Planu. Si aggiungono quattro appuntamenti all’Ecomuseo del Paesaggio, che permetteranno ai visitatori di scoprire i segreti di antiche tradizioni: dalla panificazione tradizionale all’arte dei ricami e cestini, passando per un excursus storico-culturale sull’apicultura. E poi un viaggio dentro l’arte de su maist’e pannu grazie a Ignazio Sanna Fancello che illustrerà la ricerca, lo studio e la passione nella realizzazione dell’abito tradizionale da cerimonia. Spazio alle visite guidate: si parte da Sa Cruxi ‘e Marmuri, si prosegue nella chiesa di Sant’Atonio, edificata in stile neogotico nel 1950. Tappa nella parrocchiale Maria Vergine Assunta, dopo la visita all’ex distilleria di Sebastiano Boi, al Santuario di San Lussorio e alla  chiesetta di San Giuliano. Immancabili il villaggio neolitico di Su Coddu, il sito di Santa Rosa e l’ex Caserma Cavalleggeri, dopo una sosta a Casa del Canonico Putzu e a Casa Ligas. E tra le novità c’è anche uno spaccato di vita cilena, tra assaggi musicali e culinari: l’appuntamento è in piazza Melvin Jones. 

“Ringraziamo tutti coloro che ci accompagneranno anche in questa nuova edizione, resa ancora più ricca grazie al prezioso contributo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado; grazie ai cittadini e agli artigiani che, in modo del tutto gratuito, ci hanno offerto il loro fondamentale aiuto; grazie alle tante associazioni civili e religiose sempre presenti e pronte a sostenerci”, commentano il sindaco Gigi Concu e l’assessora alle Attività produttive, Politiche culturali e Spettacolo Roberta Relli. “Tutti tasselli imprescindibili nell’organizzazione di questo importantissimo evento, diventato ormai un appuntamento imperdibile per tanti selargini”. 


In questo articolo: