Mentre tutti pensavano alla Sea Watch, sulle coste italiane arrivavano 200 migranti

Luigi Patronaggio, il pm di Agrigento che indaga sui traffici di migranti, lancia il monito sugli ‘sbarchi fantasma’ che continuano mentre tutta l’attenzione mediatica è concentrata sulla nave e la sua comandante

Mentre gli occhi di tutti erano fissi sulla Sea Watch, ferma a poche miglia da Lampedusa, decine e decine di migranti arrivavano sulle coste italiane grazie agli ‘sbarchi fantasma’. A lanciare il monito è il Procuratore della Repubblica del tribunale di Agrigento, Luigi Patronaggio, che ha parlato davanti alle commissioni riunite Affari costituzionali e Giustizia della Camera. Negli stessi giorni del braccio di ferro tra l’Ong e l’Italia, “in silenzio oltre 200 migranti sono sbarcati con vari mezzi, salvataggi di Guardia di finanza e Guardia costiera o barchini”. CONTINUA A LEGGERE SU AGI.IT


In questo articolo: