E se il lockdown fosse inutile? I dubbi del virologo Silvestri

“Non sempre le chiusure “totali” hanno dato risultati migliori delle chiusure parziali o limitate, dice, i contagi avvengono soprattutto in ambienti non protetti dalla chiusura mentre i contagi in altri ambienti sono rari

I lockdown totali contro il Covid-19 potrebbero non essere così utili: meglio chiusure parziali e mirate in caso di esplosione di nuovi casi. Lo sottolinea su Facebook il virologo Guido Silvestri, spiegando che “qui ogni giorno scopriamo cose nuove, e non è saggio rimanere della stessa idea quando cambiano i dati a nostra disposizione”.

Per questo la visione ora è diversa: “Se il Presidente Conte o chi per lui mi avesse chiesto il 10 marzo 2020 un parere sul lockdown, avrei detto senza esitazione: “Sì, lo dobbiamo fare, qui e subito”. Perché in quel momento non avevamo altra scelta. Ora, due mesi dopo, sappiamo fortunatamente molte più cose sul virus e sulla malattia, ed è normale che, quando cambiano le informazioni a nostra disposizione, cambino anche le nostre opinioni”. Continua a leggere su Agi.it


In questo articolo: