Detenzione e spaccio di droga, giovane cagliaritano agli arresti domiciliari

Il giovane deve scontare la pena di 2 anni, 8 mesi e 4 giorni di reclusione

Ieri a Cagliari, i carabinieri della Stazione di San Bartolomeo hanno dato esecuzione a un’ordinanza che dispone l’espiazione della pena in regime di detenzione domiciliare, emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Cagliari nei confronti di un 25enne, residente nel capoluogo, disoccupato e gravato da denunce. Il giovane deve scontare la pena di 2 anni, 8 mesi e 4 giorni di reclusione per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Rintracciato in città dopo alcuni giorni di vane ricerche, è stato condotto in caserma, gli è stato notificato il provvedimento e, al termine della redazione degli atti, è stato trasferito d’autorità presso il proprio domicilio dove espierà la pena, conseguente alla condanna, in regime di detenzione domiciliare.


In questo articolo: