Choc a Isili per Fabio, giovane Oss positivo morto a Cagliari: “Tragedia immensa”

La corsa disperata ma inutile in ambulanza sino al Ss. Trinità. Lacrime per il 33enne Fabio Lecis, la notizia della sua morte su tutti i siti nazionali. Il sindaco Pilia: “Giorno triste e cupo, addio a un giovane e bravo lavoratore”

Isili e tutta la Sardegna piangono il morto più giovane col Covid dall’inizio della pandemia. Fabio Lecis, 33 anni, positivo, se n’è andato dopo una corsa disperata, ma inutile, in ambulanza, dal suo appartamento sino al Santissima Trinità di Cagliari. È morto all’arrivo nel pronto soccorso, stroncato da un improvviso peggioramento delle sue condizioni di salute. Un giovane molto conosciuto e, come confermato dal sindaco Luca Pilia, “stimato e benvoluto da tutti”. Quando si è sentito male, Fabio Lecis si trovava nel suo appartamento, accanto a quello dove vivono i genitori, Mario e Isabella. I soccorsi sono arrivati nel giro di pochi minuti, ma alla fine si sono rivelati inutili.”Fabio era un bravissimo ragazzo, lavorava nella casa di riposo di Isili ‘casa Antonia’ come operatore socio sanitario. Aveva tanti amici ed era sempre molto solare. La sua morte, per tutti noi, è una tragedia immensa, porgo le mie più sentite condoglianze a tutti i suoi parenti”, afferma il primo cittadino che, dopo essere stato contattato da Casteddu Online, ha anche affidato a Facebook un messaggio molto profondo per la scomparsa del 33enne.

 

Numerosi i messaggi di cordoglio sulla bacheca Facebook di Fabio Lecis: “Non ci credo ancora, amici da ragazzini. La vita certe volte è proprio ingiusta, che la terra ti sia lieve”, scrive Alessio M. “Mi avevi promesso che apena potevi uscire ci saremo bevuti un caffè, e invece… Non ci son parole, non c’è un perché. Riposa in pace, sarai un angelo speciale, Fabio”, aggiunge Barbara M.