Calamosca, nuova strada panoramica: c’è l’ok della Soprintendenza

I tecnici del ministero avrebbero superato lo scetticismo. L’orientamento è quello di dire sì alla nuova strada panoramica che collegherà la spiaggia con lo stabulario

Nuovo volto per Calamosca. Il progetto attende solo il via libera formale della Soprintendenza ai Beni Paesaggistici. Una luce verde che a palazzo Bacaredda danno per scontata. I tecnici del Ministero dovrebbero aver superato lo scetticismo iniziale e sarebbero orientati a dire sì alla sistemazione della zona, un sito delicatissimo popolato da animali rari e vincolato da norme severissime

Il progetto si rifà al bando litus che prevede la messa in sicurezza dei costoni rocciosi e una nuova pavimentazione che prenderà il posto di quella attuale devastata dalle buche. Diventerà una strada panoramica interamente realizzata con materiali ecocompatibili, costeggiata da una staccionata in legno di castagno, e delimitata da segnaletica orizzontale e verticale.

La carreggiata sarà leggermente più larga di quella attuale passando da 3,60 m a 4,20 m sufficienti a garantire un agevole scorrimento a doppio senso di marcia con limite di velocità pari a 30 km/h, e sarà accompagnata, sul lato del monte, da un marciapiede.

La pavimentazione stradale (663,41 m di lunghezza) sarà di tipo rigido, in calcestruzzo armato e rivestimento antiusura, mentre il marciapiede sarà in calcestruzzo architettonico con effetto ghiaia a vista. Previsto anche un cordolo di 295 metri di cordolo in muratura di pietra calcarea, a delimitazione del marciapiede stradale, realizzato con il materiale di cava o proveniente dai pendii franosi, una staccionata di 76,75 m di staccionata rustica in legno di castagno scortecciato, mentre la barriera di guard rail metallico lato mare sarà sostituita da una  barriera di sicurezza in acciaio-legno.