Cagliari, tirocini corsi e accessi agevolati agli spettacoli: patto tra Università e Teatro Lirico

La valorizzazione delle rispettive competenze in ambito gestionale, produttivo e scientifico e comunicativo e la formazione di nuovi professionisti e nuovo pubblico sono tra gli obiettivi del protocollo di intesa firmato questa mattina in Rettorato dal Rettore dell’Università di Cagliari Maria Del Zompo e il Sovrintendente della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari Claudio Orazi

La valorizzazione delle rispettive competenze in ambito gestionale, produttivo e scientifico e comunicativo e la formazione di nuovi professionisti e nuovo pubblico sono tra gli obiettivi del protocollo di intesa firmato questa mattina in Rettorato dal Rettore dell’Università di Cagliari Maria Del Zompo e il Sovrintendente della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari Claudio Orazi a nome delle due amministrazioni.

L’intesa prevede che le due istituzioni collaborino nei comitati di indirizzo di alcuni corsi di laurea e nella progettazione di attività di ricerca applicata, formazione e terza missione nel campo delle arti performative, del multimediale e degli audiovisivi.

 “Le professioni del futuro avranno sempre bisogno della creatività, un elemento che non potrà mai essere sostituito dalle macchine – ha detto Maria Del Zompo presentando il protocollo firmato – In questo senso la collaborazione con la Fondazione Teatro Lirico ci permetterà di offrire agli studenti nuove opportunità. Darà anche una spinta decisa verso l’internazionalizzazione, perché consentirà a studenti e docenti di altri Paesi di studiare in Sardegna anche queste discipline”.

D’accordo con il Magnifico il Sovrintendente Claudio Orazi: “La creatività è il riferimento del nostro futuro: per questo le imprese creative devono essere costantemente alimentate. L’orizzonte su cui si muove l’intesa con l’Università di Cagliari va dal percorso delle poetiche alle estetiche fino all’obiettivo della formazione e dei posti di lavoro. Questa firma è l’esito di un percorso di conoscenza reciproca”.

Tra le prime azioni già promosse e realizzate dal Dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali e dal Laboratorio Interdisciplinare sulla Musica (LABIMUS) dell’Università di Cagliari, da Clementina Casula (sociologa), Paolo Dal Molin (musicologo), Ignazio Macchiarella (etnomusicologo) e Antioco Floris (docente di cinema) all’interno delle attività previste dal protocollo ci sono la realizzazione di tirocini, l’allineamento dei programmi dei corsi musicologici alle stagioni concertistica e lirica, l’accesso delle studentesse e degli studenti a concerti e spettacoli a tariffa ridotta.

 “Tassello dopo tassello l’Università di Cagliari migliora l’offerta formativa – ha commentato Francesco Aracu, presidente del Consiglio degli Studenti, presente alla firma – che è già di per sé ampia e articolata. Consentire laboratori didattici altamente qualificati anche in questo settore aumenta la qualità della formazione dei nostri laureati”.

E dal prossimo anno accademico nell’ambito del Corso di laurea magistrale in Scienze della produzione multimediale sarà attivato l’insegnamento di Produzione dello spettacolo dal vivo, affidato a professionisti di chiara fama individuati con il contributo della Fondazione Teatro Lirico. La foto allegata è di Priamo Tolu (Fondazione Teatro Lirico)


In questo articolo: