Cagliari, scaffali già semivuoti: addio dopo 20 anni all’Auchan di Pirri

Scompare l’ultimo supermercato col logo dell’uccellino, aveva aperto i battenti nel 2000. Domani l’ultimo giorno di vita e poi il restyling col cambio di gestione

Mercoledì 18 novembre 2020. È questa la data ufficiale dell’addio di Auchan dalla Città Mercato di Pirri. A vent’anni esatti dalla sua inaugurazione, infatti, scompare un altro punto vendita conosciuto da tutti per il suo logo, un uccellino. Lì, nei circa settemila metri quadri, gli scaffali sono già semivuoti e interi “reparti” non esistono più. Un maxi cartello avvisa tutti della chiusura imminente, preludio a un cambio di gestione dove c’è in ballo anche il destino degli attuali lavoratori, il 40 per cento sono già in cassa integrazione. Tra meno di ventiquattror’ore si abbasseranno le serrande, poi inizierà un’operazione di restyling che consentirà al nuovo gestore, Conad, di poter riaprire, salvo imprevisti, a fine mese.
E, sui social, è già scattato il momento “amarcord”: quando ha aperto i battenti, proprio all’inizio del nuovo millennio, Auchan aveva siglato l’accordo con Sma, realtà che aveva dato vita alle Città Mercato. La curiosità, all’epoca, era stata tanta, e il “rito” della spesa settimanale nel “casermone” di via Dolianova a Pirri era diventata un’abitudine anche per chi viveva nell’hinterland e nell’area vasta cagliaritana. Domani, a 20 anni esatti di distanza, l’ultimo atto.


In questo articolo: