Cagliari, il Comune assicura: “Gli alberi di viale Trieste non saranno abbattuti”

Il dirigente del servizio Mobilità ha dichiarato che saranno sostituiti 8 ficus pericolanti, e sarà valutata la sostituzione di altri 23 a rischio. Gli altri, per ora, non saranno sostituiti ma sarà “avviato un ragionamento per programmare eventuali interventi” e “la sostituzione progressiva integrale” è solo “un suggerimento dei tecnici”

Podcast
Ascolta

“Un errore di lettura dato da una sintesi eccessiva: i 233 alberi di viale Trieste non saranno abbattuti all’interno del progetto da 12 milioni approvato dal Comune di Cagliari. Questa la rassicurazione arrivata oggi dal dirigente alla commissione Mobilità, convocata proprio attorno ai futuri lavori di viale Trieste”. Così Francesca Ghirra, Progressisti, interviene sulla polemica esplosa dopo la presentazione del progetto per la riqualificazione di viale Trieste. Tutto è partito dalla lettura dei documenti allegati al progetto approvato dalla giunta Truzzu, che parlavano di sostituzione integrale, ma secondo quanto ha spiegato oggi il dirigente si tratterebbe solo di un “suggerimento” e non di una decisione già assunta.

“Eppure le parole sono chiare”, spiega la Ghirra, “prevediamo una sostituzione progressiva integrale degli attuali ficus sul range temporale di 10 anni”, si legge nella relazione generale allegata alla delibera approvata dalla Giunta comunale di Cagliari lo scorso 12 novembre. Il dirigente Daniele Olla ha invece detto chiaramente che all’interno dei lavori saranno sostituiti 8 ficus, classificati come pericolosi per propensione al cedimento, e sarà valutata la sostituzione di altri 23 a rischio. Gli altri 198, per ora, non saranno sostituiti ma sarà “avviato un ragionamento per programmare eventuali interventi”, e “la frase sulla sostituzione progressiva integrale” è solo “un suggerimento dei tecnici”.

Tutto a posto quindi? Non proprio: ci preoccupa ancora il fatto che la sostituzione degli alberi sia uno scenario possibile e in fase di valutazione. Dato che siamo nel momento della progettazione preliminare non sarebbe meglio studiare come scenario possibile la loro conservazione? Se non ci pensiamo adesso quando lo faremo? Il sindaco e la giunta dunque stanno valutando come tutelare il viale, o stanno prendendo in considerazione il suggerimento di abbattere gli alberi?

“Polemiche strumentali”, ci hanno detto, come dicono sempre quando solleviamo temi importanti per la città. Siamo contente del chiarimento, siamo contente che per ora i ficus non verranno buttati giù, eppure non abbiamo ancora capito come questa amministrazione consideri il nostro patrimonio verde.

Per il bene della città la mobilitazione popolare è fondamentale. Continuiamo a firmare la petizione promossa Gruppo d’Intervento Giuridico Onlus”.

 


In questo articolo: