Cagliari, col coprifuoco alle 23 ritorna la movida: tavoli occupati e folla nel Corso pedonale

Prime prove di ritorno alla normalità, i 60 minuti in più permettono a ristoratori e clienti di respirare: prime cene “lunghe” all’aperto tra sorrisi e speranze

Coprifuoco spostato dalle 23, anche Cagliari inizia a rinascere la sera. Dopo mesi di “tutti a casa” alle 22, ecco i Sessanta minuti in più he consentono ai ristoratori e titolari di locali food di poter respirare. Insieme ai clienti, ovviamente. Ecco la situazione nel Corso Vittorio pedonale, nel primo tratto subito dopo piazza Yenne. Tavolini occupati e folla, c’è chi passeggia e chi mangia: spritz o cena completa, ognuno secondo i propri gusti. Una sera, la prima, di libertà riconquistata, seppur parzialmente. Tra gli avventori regnano sorrisi e serenità, i 16 gradi alle ventidue spaccate sono un antipasto di sere d’estate senza doversi più preoccupare di guardare l’orologio.

 

Il coprifuoco inizia la ritirata graduale, così ha deciso il Governo Draghi. E per la Sardegna l’addio sarà anticipato al primo giugno: contagi in netto calo, arriva la zona bianca, che porta in dote una grande conquista: zero restrizioni. A oltre un anno dall’inizio della pandemia del Coronavirus, il ritorno alla normalità è già realtà.


In questo articolo: