Cagliari, caos al poliambulatorio di viale Trieste: “Radiologia chiusa per motivi di sicurezza”

Al quarto piano della struttura della Asl “manca l’agibilità dei locali perché non c’è una via di fuga esterna. Ma allora la Asl dovrebbe chiudere tutto il palazzo”. La denuncia della Fials. E spunta anche “un macchinario per le lastre, pagato ma guasto da sempre”

 “Al poliambulatorio di viale Trieste hanno chiuso il reparto di Radiologia, al quarto piano, perché non esiste una via di fuga esterna in caso di emergenza. C’è da chiedersi, allora, perché la Asl tenga aperti gli altri piani, anziché chiudere tutti i piani”. La denuncia arriva dal segretario provinciale Fials, Paolo Cugliara. “Sembra un motivo pretestuoso, i tecnici sono già stati mandati via. I cagliaritani perdono servizi importanti, come gli esami della densitometria ossea e della celiachia”.
E c’è anche dell’altro. Cugliara denuncia “la presenza di un telecomandato digitale, macchinario indispensabile per fare le lastre, acquistato ma mai utilizzato perché è arrivato già guasto. Altri due strumenti identici, entrambi fuori uso, si trovano anche a Isili e all’ospedale Marino”.