Lapidi uguali al cimitero, Psd’Az: “Zedda lasci stare il dolore dei cittadini”

“Il sindaco è arrogante”, attacca Gianni Chessa, segretario cittadino Psd’Az, “ognuno deve poter elaborare il proprio lutto come meglio crede”. Deidda: “Troppo severo il limite di 30 giorni di tempo per la sistemazione della lapide”

È polemica al Comune sul nuovo regolamento per il cimitero: circolano le prime bozze ed esplodono le polemiche. Gabriella Deidda, consigliera Psd’Az, annuncia battaglia in commissione Affari generali. “E’ emerso che la volontà dell’amministrazione è quella di dare 30 giorni di tempo ai parenti del defunto per posizionare la lapide. Troppo poco. Soprattutto in questi tempi di crisi e per famiglie che magari devono fare fronte ad un lutto improvviso. Trovo ingiusta anche la soluzione del formato identico delle foto”, aggiunge, “mi sembra troppo severo. Certo è giusto evitare le soluzioni kitsch. Ma anche questo minimalismo mi pare fuori luogo”.

“Il sindaco è arrogante”, attacca Gianni Chessa, segretario cittadino Psd’Az, “ognuno deve elaborare il proprio lutto come meglio crede e non è possibile che l’amministrazione debba mettere bocca anche sul dolore dei cittadini”


In questo articolo: