Brucia la Sardegna, 33 incendi in poche ore e nuovo allarme per domani

Decollati anche due canadair della flotta nazionale insieme ai mezzi aerei regionali e a quelli di terra. E’ il bilancio più pesante dall’inizio di giugno

E’ stata la giornata più impegnativa di giugno, finora almeno, sul fronte della lotta agli incendi in Sardegna. Ben 33 quelli divampati in poche ore, caldo e vento non hanno lasciato scampo, i mezzi aerei sono intervenuti in 9 casi per dare supporto alle squadre di terra.

 

Insieme agli elicotteri del sistema regionale sono entrati in funzione due canadair della flotta nazionale di stanza a Olbia. In azione con gli uomini del corpo forestale vigili del fuoco e volontari. Pascoli, uliveti bosco sono andati in fumo in poche ore.

Fra le zone più colpite, Villaputzu, Macomer, Bono e poi Villacidro, dove le fiamme hanno colpito il deposito rifiuti, l’impianto di pale eoliche e il canile, tanto che è stato necessario evacuarlo.

Anche per domani è prevista una giornata difficile, con ondate di calore che porteranno le temperature fino a 35-36 gradi e un aumento del rischio incendi.

 


In questo articolo: