apertura / 5 Agosto 2019

Famiglia risucchiata dalla condotta a Portovesme, Rosa: “Attendo la verità da 26 anni”

Sono trascorsi 26 anni da quel tragico 5 agosto che strappò la vita a sei persone a Portovesme. Impossibile dimenticare questa immensa tragedia che lasciò orfani quatto bambini. Doveva essere una tranquilla e spensierata giornata al mare, come tante altre e invece, intorno alle 17, la tragedia. Rosa, allora aveva 16 anni, oggi 43: ”Sono anni che combatto per sapere cosa sia realmente accaduto noi abbiamo chiesto solo giustizia e ancora oggi non è ancora tutto chiaro"

Di
apertura1 / 3 Agosto 2019

Maxi incendio a Settimo, cagnolino bruciato. La disperazione dei volontari: “Perchè l’uomo è così crudele?”

"Perché l'uomo deve essere così crudele, perché ogni volta siamo costretti a vedere questo orrore - spiegano i soccorritori di Vab Sinnai - questo è ciò che hanno dovuto vedere i nostri volontari oggi e che vivono troppe volte. Una immagine che fa rabbrividire, se solo pensiamo per un attimo a quanto ha sofferto questo povero cagnolino nel tentativo di cercare una via di fuga dalle fiamme

Di
sardegna / 11 Luglio 2019

Valledoria, cane impiccato ad un albero: “Ennesimo animale ucciso barbaramente dall’uomo”

A denunciare l'accaduto è la "Lida sezione Olbia" che da vent'anni anni si adopera per i diritti e il rispetto verso gli animali: "Pubblichiamo queste immagini perché questa morte non sia vana ma abbia giustizia e diventi il simbolo del riscatto di tutti i cani vaganti, la cui vita è una guerra per la sopravvivenza, combattuta giorno dopo giorno contro l'ignoranza e l'indifferenza"

Di
sardegna / 11 Luglio 2019

Marciapiedi invasi da erbacce, residenti in rivolta a Nuoro

Si lamentano i residenti di Nuoro per alcuni marciapiedi della città letteralmente invasi da erbacce. Sono cresciute ovunque, non solo lateralmente ma anche lungo il percorso, rendendo il cammino difficile e, addirittura, impossibile per chi è obbligato a spostarsi con un sostegno. L'immagine in questione si riferisce al quartiere "Fontana Buddia"

Di
apertura1 / 11 Luglio 2019

A Serramanna manca il canile, gli animalisti chiedono un ricovero temporaneo per i randagi

Del canile comunale, costruito circa vent'anni fa nella periferia di Serramanna e mai utilizzato per accogliere e curare gli amici a quattro zampe meno fortunati, ormai rimane solo un campo incolto. Le associazioni animalisti che si occupano da tempo amorevolmente e gratuitamente dei poveri randagi chiedono uno spazio dove poterli tenere almeno temporaneamente

Di