“Architettura un punto fermo per lo sviluppo della Sardegna”

Mario Bruno scrive a tutti i Consiglieri regionali

Il sindaco di Alghero scrive ai consiglieri regionali in merito alla facoltà di Architettura. Ecco alcuni stralci della lettera aperta:

 

“Senza un sostegno costante da parte della Regione varrebbero poco anche gli sforzi compiuti dal Comune di Alghero nel mettere a disposizione del Dipartimento di Architettura spazi prestigiosi e adeguati, come una vera e propria eccellenza Sarda merita”

 “Conosco le dinamiche delle manovre di bilancio e gli equilibri che si devono mantenere, ma il mio appello nasce da una esigenza irrinunciabile, lo sblocco delle risorse da cui dipende il futuro di Architettura”. Il Sindaco di Alghero si rivolge direttamente e indistintamente a tutti i Consiglieri Regionali impegnati in questi giorni nell’approvazione della manovra Finanziaria, sottolineando come “sarebbe necessaria una norma che garantisse la certezza di fondi, così da evitare il ripetersi ogni anno dell’incognita sul futuro, con effetti che ridimensionerebbero la qualità formativa e le prospettive di crescita”. Com’è noto, infatti, tale Dipartimento – pur non essendo localizzato nella sede di Ateneo, unico caso in Sardegna – non gode dei finanziamenti dell’Università diffusa alla pari di altri centri come Olbia, Oristano, Nuoro e Iglesias e non ha ottenuto alcun contributo regionale per l’anno 2014, nonostante l’impegno assunto con ordine del giorno del Consiglio Regionale.

“Nondimeno – precisa il Sindaco – la collocazione ad Alghero comporta costi aggiuntivi e certamente maggiori, dovuti ai problemi logistici, alla carenza di personale e di servizi. Costi che assorbono pressoché interamente le risorse ordinarie, impedendo di destinare somme più consistenti alla didattica e al mantenimento della qualità della ricerca e di un ambiente culturale internazionale”. Nella lettera inviata agli Onorevoli sardi, Mario Bruno ricorda come il Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica con sede ad Alghero sui davvero un’eccellenza del sistema universitario in Sardegna: “Ha raggiunto in ambito didattico risultati notevoli, sia in termini qualitativi, sia quantitativi, sulla base degli indicatori comunemente utilizzati per la produttività e l’efficienza legata al numero degli studenti attivi, ai crediti acquisiti, ai laureati in corso, ai flussi di studenti Erasmus e ai tirocini formativi. Risultati alla base dei riconoscimenti ottenuti dal Dipartimento, tra cui quello della classifica CENSIS-Repubblica che ha visto Architettura sempre ai vertici (quattro volte prima, due volte seconda) in Italia”. Architettura soffre di tutti gli svantaggi di una sede decentrata pur essendo sede di Dipartimento non coincidente con quello di Ateneo. “Ma non basta, Architettura – sottolinea il Primo cittadino di Alghero – è una comprovata eccellenza nazionale e solo per questo necessiterebbe di un finanziamento ordinario, certo e durevole”.

Il Sindaco ricorda come il Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica di Alghero rappresenti una straordinaria risorsa che ha assunto un ruolo primario nello sviluppo economico e nella crescita culturale dell’intero nord ovest della Sardegna. “Il rapporto si è rinsaldato con un recente accordo che punta a rendere stabile la collaborazione, attraverso impegni reciproci atti a favorire lo sviluppo in relazione ai temi della qualità e sostenibilità architettonica e urbana, della pianificazione urbanistica e ambientale, delle politiche della casa, delle politiche turistiche”. L’orizzonte è chiaro: un punto fermo per lo sviluppo della Sardegna. Il Sindaco Mario Bruno chiede a tutti i Consiglieri regionali la necessità di sostenere nella legge Finanziaria in discussione gli emendamenti che riguardano il Dipartimento universitario con sede ad Alghero: “Senza un sostegno costante da parte della Regione varrebbero poco anche gli sforzi compiuti dal Comune nel mettere a disposizione del Dipartimento di Architettura spazi prestigiosi e adeguati, come una vera e propria eccellenza Sarda merita”.