“Vattene via, negro di m…”, giovane senegalese accerchiato e pestato dal branco a Palermo

Aggressione a sfondo razzista a Palermo, il ragazzo di 20 anni, stava tornando a casa quando è stato preso a calci, schiaffi e pugni. La vittima: “Palermo una città bellissima accogliente è antirazzista. Ma ci sono pochi str…. che non sono mai usciti di qui”

Aggressione a sfondo razzista a Palermo. Un giovane senegalese, Kande Boubacar, 20 anni,  è stato accerchiato e pestato da un gruppo di ragazzi nella notte tra sabato e domenica in via Cavour, nel cuore della città, mentre tornava dal lavoro. Calci, schiaffi e pugni da parte di un branco di giovanissimi che gridavano insulti come “Negro di me…”, “Vattene via…”, senza che nessuno intervenisse.

Solo la telefonata di qualcuno in strada alle forze dell’ordine ha fermato il pestaggio ai danni del ragazzo che, medicato al pronto soccorso, ha avuto una prognosi di 10 giorni.

Nonostante tutto la vittima ha poi scritto su facebook “Sono io il ragazzo aggredito ieri sera, vi ringrazio ancora. Urlo con voce alta che Palermo è una bellissima città accogliente e antirazzista, a Palermo ci sono tante belle persone, io mi trovo veramente benissimo a Palermo, ma ci sono pochi stro*** che non sono mai usciti fuori Palermo. Gli consiglio di girare un po’ il mondo e di vedere come funzionano le cose, sono veramente animali, troppo chiusi, essere nero o bianco che senso ha? Non ho più parole, comunque a Palermo ci sono sempre tante belle persone, non siete tutti razzisti, a Palermo i razzisti ci sono, ma sono pochissimi”. 


In questo articolo: