Uccide la moglie e va dai carabinieri con il corpo nel furgone

Alla base del femminicidio una lotta per l’affidamento dei figli della coppia. La vittima è una 40enne russa


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Tragedia a Modena. Un uomo di 48 anni  ha ucciso la ex moglie strangolandola con una cintura e poi si è presentato nella notte dai carabinieri con il corpo della donna nascosto nel furgone, avvolto in un sacco nero. Alla base del femminicidio una lotta per l’affidamento dei figli della coppia. La donna, una 40enne di origine russa, aveva infatti chiesto lo scorso febbraio al Tribunale di Innsbruck affidamento esclusivo con possibilità da parte del padre di vederli occasionalmente. Stando alle prime ricostruzioni l’uomo aveva paura che la ex moglie potesse portaglieli via andando a vivere all’estero. Adesso il 48enne è stato arrestato nella quasi flagranza di reato con l’accusa  di omicidio aggravato.