Trattiene le ritenute a 4 dipendenti ma non versa 20 mila euro: imprenditore di Iglesias nel mirino della Finanza

Ha liquidato le ritenute d’acconto di Irperf e Tfr sulle buste paga, a fronte di stipendi effettivamente pagati, ma ne ha omesso il versamento per 20 mensilità tra il 2021 e il 2022

Trattiene le ritenute a 4 dipendenti ma omette il versamento: imprenditore di Iglesias nel mirino della Finanza Nell’ambito delle quotidiane attività di contrasto all’evasione fiscale dirette dal Comando Provinciale delle Fiamme Gialle di Cagliari, la Compagnia di Iglesias ha eseguito un controllo nei confronti di una società del settore dei lavori generali di meccanica del Sulcis.

Il target è stato selezionato a seguito di specifica attività di analisi delle numerose informazioni contenute nelle banche dati in uso al Corpo della Guardia di Finanza. Nella circostanza, l’azione dei Finanzieri è stata orientata all’accertamento sulla regolare tenuta delle scritture contabili da parte del datore di lavoro quale sostituto d’imposta e sulle ritenute operate dalla società sui redditi da lavoro corrisposti ai dipendenti.

L’attività ispettiva dei militari della Guardia di Finanza ha permesso di constatare che l’imprenditore ha, nelle scritture contabili obbligatorie per gli anni d’imposta 2021 e 2022, liquidato le ritenute d’acconto ai fini dell’IRPEF e del TFR operate sulle buste paga, a fronte di stipendi effettivamente corrisposti al personale dipendente, ma ne ha omesso il versamento per circa 20 mila euro.

Nel dettaglio, il sostituto d’imposta ha omesso, per dieci mensilità nell’anno 2021 e per altrettante mensilità nell’anno 2022, di versare gli importi dovuti all’Erario a seguito del trattenimento delle quote della retribuzione dallo stipendio di quattro lavoratori dipendenti.

Per tre di essi doppio danno, le ritenute sono state operate e non versate per due annualità di imposta consecutive. Le attività sopra descritte rientrano nell’ambito delle funzioni di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza e sono volte da un lato a contrastare i fenomeni di sfruttamento dei lavoratori e dall’altro di assicurare le entrate delle risorse finanziarie impiegate anche per la tutela dei lavoratori.


In questo articolo: