Tragedia sfiorata al liceo, il Codacons: “Le scuole cadono a pezzi”

Crollano due metri quadrati di tetto di un’aula, un’insegnante ferita. “Una situazione che non cambia da anni”, dicono dal Codacons. La Provincia: scuola chiusa, prima viene la sicurezza


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Una tragedia sfiorata quella di stamattina al liceo classico Dettori di Cagliari. Il soffitto crollato in una delle aule del piano terra avrebbe potuto provocare conseguenze molto più gravi, ma per il momento il bilancio è di un’insegnante ferita e due ragazzi visitati in ospedale. Due metri quadrati di tetto ha ceduto durante una normale lezione: panico e paura tra gli studenti che si sono immediatamente allontanati dalle aule per uscire dalla scuola.

Quando è stato lanciato l’allarme sul posto sono arrivate diverse squadre dei vigili del fuoco che hanno proseguito con l’evacuazione della struttura e avviato gli accertamenti: ancora poco chiari i motivi che hanno provocato il crollo, nel corso del quale un calcinaccio ha colpito una professoressa, trasportata all’ospedale. Le sue condizioni nons arebbero gravi. E le reazioni, di fronte a quello che è successo in una delle scuole più importanti della città, si basano su una triste rassegnazione sullo stato degli istituti superiori in tutta Italia.

“Le scuole italiane cadono a pezzi, e noi lo diciamo oramai da anni – dichiarano dal Codacons – e il problema delle strutture scolastiche continua a rappresentare una questione irrisolta nel nostro paese. Abbiamo dovuto avviare – dice il presidente Carlo Rienzi – una apposita class action contro il Ministero dell’Istruzione, affinché venisse emanato il piano generale di edilizia scolastica come stabilito dalle leggi. L’episodio di oggi – prosegue Rienzi – dimostra come troppe scuole in Italia non siano sicure e rappresentino un potenziale rischio per la salute di studenti, insegnanti e personale scolastico”.

Il Codacons invita i genitori degli studenti che frequentano il liceo Dettori di Cagliari e il personale scolastico dell’istituto a chiedere un risarcimento danni al ministero dell’Istruzione, in relazione ai rischi corsi ai mancati provvedimenti per la messa in sicurezza degli istituti scolastici. In merito alla tragedia sfiorata, parlano anche gli Studenti Medi:

“Nel nostro Paese più di una scuola su due non è a norma. E’ uno scandalo, si tratta di un’emergenza nazionale. Anche questa volta abbiamo sfiorato la tragedia. Siamo sconvolti, cosa si sta aspettando per investire nella sicurezza delle scuole? Siamo stanchi di avere paura ogni volta che mettiamo piede in una scuola”. Lo ha dichiarato Daniele Lanni, portavoce nazionale della Rete degli Studenti Medi, che aggiunge:

“La situazione è diventata insostenibile, non si può avere paura di andare a scuola e chiediamo da anni che venga completata l’anagrafe nazionale degli istituti scolastici, in modo da avere un quadro chiaro e che ci si muova subito per rimettere in sesto gli edifici che non sono a norma”.

La Provincia di Cagliari prenderà tutte le iniziative necessarie per garantire la sicurezza degli studenti del liceo Dettori che rimarrà chiuso fino a quando non saranno effettuate tutte le verifiche atte a scongiurare altri episodi come quello gravissimo che si è verificato oggi con il crollo del soffitto in un’aula dell’edificio.
E’ l’intendimento manifestato dal commissario straordinario dell’ente, Pietro Cadau, che questa mattina si è recato al Dettori per accertare la situazione.
Di concerto con i vigili del fuoco, il dirigente e i tecnici del settore Edilizia scolastica, Michele Camoglio, stanno verificando le condizioni dello stabile che, come altre sedi che ospitano le scuole superiori, necessita di interventi urgenti di manutenzione ordinaria e straordinaria.
Nell’esprimere grande disappunto per una situazione che vede nelle casse della Provincia 170 milioni che non si possono spendere per i vincoli del patto di stabilità, Cadau non esclude che la Provincia possa essere costretta a sforare il patto perché “certamente la sicurezza degli studenti viene prima di tutto”.
Già da questa mattina la Provincia ha avviato le interlocuzioni con i presidi delle altre scuole di Cagliari per gestire nel modo migliore l’emergenza e individuare subito gli stabili in grado di ospitare gli studenti del Dettori a cui deve essere garantita la continuità didattica.

 

 

 

 

 

Cagliari, evacuato il liceo Dettori. Improvvisamente, durante il normale orario di lezione, sono crollati 2 metri quadrati del soffitto di un’aula. Un’insegnante e due studenti sono rimasti feriti, ma non gravemente. Tutta l’ala al pianterreno è stata fatta sgomberare e i ragazzi sono usciti, alcuni visibilmente scossi per l’accaduto. I tecnici dei Vigili del Fuoco stanno analizzando la situazione per stabilire le cause del crollo e valutare lo stato strutturale dell’edificio.

– See more at: http://preprod.castedduonline.localmente.it/cagliari/centro-storico/11306/cagliari-crollo-al-liceo-dettori-feriti-un-insegnante-e-due-ragazzi.html#sthash.bWYOTFDP.dpuf