Sos al Teatro lirico: “Stagione sinfonica a rischio per colpa del cda”

Duro attacco del sindacato del teatro

La RSU del Teatro Lirico di Cagliari esprime profonda preoccupazione per la mancata discussione e approvazione della stagione lirica e sinfonica 2015 da parte del C.d.A. approntata dalla Direzione aziendale.
“Tale ritardo- silegge nella nota sindacale diffusa oggi-  non può essere giustificato dall’imminente nomina del nuovo Consiglio di indirizzo. Infatti, una gestione virtuosa del Teatro, tanto auspicata da questa RSU, non può essere inficiata dal periodico avvicendamento dei suoi Vertici che devono avere lo stesso unico obiettivo: il bene del Teatro come strumento efficiente di diffusione culturale.
Prova ne è che la maggior parte delle Fondazioni lirico-sinfoniche, pur essendo obbligate per legge ad espletare le medesime procedure di rinnovo di Statuto e C.d.A., hanno da tempo provveduto ad approvare il calendario 2015. Per consentire sia economie di scala sui cachet degli artisti, sia un adeguato studio dei progetti tecnici ed artistici e una più efficiente organizzazione della forza lavoro, è necessario che leprogrammazioni teatrali siano di ampio respiro ed abbiano quale arco temporale almeno un triennio. Inoltre, una non corretta tempistica per la divulgazione e promozione della nuova stagione rischia di compromettere e vanificare gli sforzi di questi ultimi tempi per aumentare la produzione e la promozione del Teatro, che hanno portato ad un aumento significativo di abbonati ed affezione del pubblico. Pertanto, la RSU lancia un forte richiamo alle responsabilità del Presidente e di tutti i Consiglieri in carica affinché definiscano con urgenza la stagione lirica e sinfonica del 2015 in tutti i suoi aspetti,economici ed artistici”.


In questo articolo: