Piazza d’Armi, via al bando per mettere in sicurezza la cavità

Un cantiere da 800mila euro in rampa di lancio

Piazza d’Armi, dopo il via libera al progetto esecutivo per il consolidamento strutturale della cavità, ora parte il bando di gara.  A metà dicembre verranno affidati i lavori all’impresa vincitrice, poi via al cantiere da 800 mila euro nella primavera del 2015. 

L’iter progettuale si era interrotto lo scorso febbraio con la decadenza del commissario straordinario per l’emergenza idrogeologica della Sardegna, nominato dal Ministero dell’Ambiente nel 2010, per la gestione dei finanziamenti e l’accelerazione delle procedure. I suoi poteri sono stati assunti a fine giugno dal presidente della Regione, Francesco Pigliaru. Ora, dopo il suo il via libera definitivo all’intervento, e quello della Regione, si cerca l’impresa che realizzerà i lavori che prevedono il riempimento reversibile della cavità con argilla espansa e resine espandenti.

Sempre nel 2015 dovrebbero cominciare i lavori anche in via Peschiera e le aree limitrofe interessate ai fenomeni di instabilità del sottosuolo dopo gli smottamenti del 2008. Per la sistemazione di un primo lotto funzionale che comprende la vie Peschiera e Marengo e parte di via Castelfidardo, individuate come situazioni più critiche, è stato stanziato 1 milione e mezzo di euro. Un altro milione è stato stanziato per mettere in sicurezza le strade intorno a via Peschiera e via Marengo, previste nel secondo stralcio del progetto: via Pastrengo, il vico omonimo e via Castelfidardo.


In questo articolo: