Screening per gli studenti di Cagliari: hub in 4 palestre. I test su base volontaria, rapidi e gratuiti

La procedura sarà simile a quella di “Sardi e sicuri”: tamponi per i 16 mila studenti delle superiori e 10 mila di elementari e medie del capoluogo che lunedì dovranno rientrare in classe dopo le vacanze natalizie. Manca ancora la data esatta del via alle operazioni

Quattro hub in altrettante palestre della città. Coi test effettuati secondo le modalità messe in campo per la campagna “Sardi e sicuri”. Questa è la strategia che stanno delineando Ats e Comune di Cagliari per lo screening riservato alla popolazione studentesca cagliaritana (16 mila studenti delle superiori e 10 mila di elementari e medie) prima del rientro in classe previsto il 10 gennaio prossimo. I tempi sono dunque strettissimi e le operazioni potrebbero partire già domani.

Ancora non c’è nulla di certo e tutto potrebbe essere modificato. Ma al momento l’idea che sta prendendo corpo è quella di allestire 4 hub in altrettante palestre cittadine (l’ubicazione deve essere ancora confermata). E se verrà confermato il modello di “Sardi e sicuri” lo screening sarà gratuito, su base volontaria e sarà rivolto a tutti gli studenti.

Sardi e sicuri prevedeva l’utilizzo di tamponi antigenici rapidi, il cui risultato si otteneva in 15 minuti. Chi risultava positivo veniva contattato nell’arco della stessa giornata e sottoposto a tampone molecolare.  Non era necessario prenotare il test, necessario invece presentarsi muniti di tessera sanitaria. Veniva chiesto di lasciare un numero di cellullare al quale sarebbe stata inviata la password per leggere il referto.

 


In questo articolo: