Sclerodermia: cento piazze per aiutare, un ciclamino per conoscere

XXI Giornata del Ciclamino

Domenica 27 settembre 2015 il GILS (Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia) scende in campo con la Giornata del Ciclamino, offrendo in più di cento piazze italiane i ciclamini, fiore simbolo del GILS. Grazie al sostegno dei volontari, degli Ospedali e dei medici che aderiscono all’iniziativa, l’Associazione farà fiorire – ancora una volta – l’informazione sulla Sclerosi Sistemica, raccogliendo fondi per la ricerca scientifica.
«Dal 2008 a oggi il GILS ha investito 1.119.285€ nella ricerca, sostenendo i giovani ricercatori. Quest’anno, grazie all’offerta del ciclamino, vogliamo finanziare un progetto osservazionale unico nel suo genere, che vedrà lavorare in sinergia 10 centri di eccellenza tra cui 8 Scleroderma Unit, dal titolo “Utilizzo dei prostanoidi endovenosi nel trattamento della vascolopatia sclerodermica: stato attuale e prospettive future” » dichiara la presidente del GILS Carla Garbagnati Crosti.
Da oltre 20 anni migliorare l’aspettativa e la qualità della vita dei pazienti è la missione del GILS che, accanto alla ricerca scientifica, vuole favorire la conoscenza della Sclerosi Sistemica, patologia cronica, autoimmune, invalidante, multiorgano che colpisce in prevalenza le donne. È la diagnosi precoce, infatti, l’arma che i medici hanno a disposizione per intervenire tempestivamente e – in alcuni casi – bloccare l’avanzare della malattia.
Per questo, da venerdì 25 a domenica 27 settembre 2015, gli Ospedali che hanno aderito al Progetto “Ospedali aperti” del GILS effettueranno in tutta Italia controlli gratuiti dalle 09.00 alle 12.00, a seconda della loro programmazione.
In Sardegna, domenica 27 settembre, i cittadini tutti potranno recarsi presso il gazebo del GILS a Sassari dove il Prof. Giuseppe Passiu insieme all’equipe di UOC di Reumatologia effettuerà controlli gratuiti. A Cagliari, invece, saranno il Dott. Stefano Del Giacco e il Dott. Mario Nicola Mura – medici di Medicina Interna del Policlinico Universitario di Cagliari – ad effettuare le capillaroscopie gratuite al gazebo del GILS.


In questo articolo: