Sbarchi di migranti in Sardegna: “Guardia alta, mercoledì sopralluogo della bicamerale Schengen a Monastir”

Una delegazione di parlamentari del Comitato di controllo su Schengen pronta a una “missione” a Cagliari. Zoffili (Lega): “Andremo al centro di prima accoglienza di Monastir e approfondiremo anche il fenomeno degli sbarchi ‘fantasma’ della tratta Algeria-Sardegna”

Una delegazione del Comitato parlamentare di controllo su Schengen, di vigilanza sull’attività di Europol e in materia di immigrazione, guidata dal presidente, Eugenio Zoffili (Lega), e composta dalla deputata Rosalba Cimino (M5S), dai senatori Tony Chike Iwobi  (Lega), Elena Testor (FI), nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla “Gestione del fenomeno migratorio nell’area Schengen, con particolare riferimento all’attualità dell’Accordo di Schengen, nonché al controllo e alla prevenzione delle attività transnazionali legate al traffico di migranti e alla tratta di persone” svolgerà una missione a Cagliari mercoledì 6 e giovedì 7 novembre 2019, per approfondire il fenomeno sempre più frequente, ma meno conosciuto, degli sbarchi “fantasma” di migranti che intraprendono la tratta Algeria-Sardegna, probabilmente più agibile e meno controllata rispetto alla tratta Libia-Sicilia. Nel corso della missione, la delegazione parlamentare incontrerà rappresentanti istituzionali e delle Forze dell’ordine e della Capitaneria di Porto e alcuni dei sindaci dei comuni interessati dagli sbarchi. Prevista anche una visita nel centro di prima accoglienza di Monastir.

Previsto, inoltre, un sopralluogo presso il centro di identificazione e di prima accoglienza di Monastir per prendere atto dell’organizzazione e delle condizioni del centro e dei suoi ospiti.  “Il nostro primo dovere come Comitato Bicamerale è quello di essere al fianco degli uomini e delle donne impegnati nella difesa dei confini, degli enti locali, dei cittadini che devono sentire la presenza concreta delle istituzioni. Come in Sicilia così in Sardegna dove occorre tenere la guardia alta per stroncare alla radice ogni tentativo di infiltrazione criminale che lucra sul traffico di esseri umani, di armi, di droga”. Così Eugenio Zoffili, Presidente del Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’ accordo di Schengen, di
vigilanza sull’attività di Europol e di controllo e vigilanza in materia di Immigrazione e deputato della Lega.

 


In questo articolo: