Roberto Zanda: “Affrontare la paura costa meno energie che correre a meno 50 gradi”

Nuovo post di Roberto Zanda, l’atleta cagliaritano che combatte contro il rischio di amputazione degli arti dopo la traversata in Canada. Ma non ha certo deciso di arrendersi

Nuovo post di Roberto Zanda, l’atleta cagliaritano che combatte contro il rischio di amputazione degli arti dopo la traversata in Canada. Ma non ha certo deciso di arrendersi, anzi confessa: “È la paura che fa cadere le maschere che indossiamo quotidianamente ma quando la vera paura riesci a guardarla in faccia e la abbracci ti accorgi che costa meno energie fisiche e mentali di 500 km a -50”.


In questo articolo: