Rapina a Domusnovas: al centro commerciale cinese pistola in faccia al titolare e alla figlia 20enne, che smaschera il bandito

Eroica reazione della ragazza cinese 20enne al centro commerciale di Domusnovas: un bandito giovanissimo le pounta la pistola in faccia, lei ingaggia una colluttazione con lui e riesce quasi a bloccarlo. Tutta la cronaca del rocambolesco colpo, carabinieri a un passo dalla soluzione dell’indagine

Rapina a mano armata a Domusnovas: al centro commerciale cinese pistola in faccia al titolare e alla figlia 20enne. Momento di grande paura-. A Domusnovas, alle ore 11:45, nell’esercizio commerciale “Fu Hong” gestito da persone di nazionalità cinese, è andata infatti in scena una rapina a mano armata: una persona a volto travisato si introduceva nel negozio e dopo aver puntato la pistola contro la titolare e la figlia 20enne, si recava alla cassa dove prelevava una somma stimata in 400€ circa, costituente l’incasso odierno ed il fondo cassa. Nell’uscire dal negozio, probabilmente incoraggiata dall’atteggiamento maldestro ed incerto del rapinatore,

La ragazza 20enne ha ingaggiato una colluttazione con il malvivente, riuscendo quasi a bloccarlo; durante queste fasi il rapinatore perdeva gli occhiali da sole usati per il travisamento. Immediatamente sono giunti sul posto i militari della Radiomobile, della Stazione di Domusnovas e limitrofe oltre al personale del Nucleo Operativo. Dall’analisi delle telecamere interne del negozio si è potuto appurare che il rapinatore sia giovanissimo, 20 anni circa, il cui volto è stato inquadrato proprio grazie all’intervento dell’addetta alla cassa. L’arma utilizzata sembrerebbe non essere vera e le ricerche si stanno concentrando sulle telecamere presenti nella zona indicata come via di fuga dai presenti: saranno inoltre repertati gli occhiali da sole per risalire ad eventuali tracce da risaltare con gli accertamenti tecnici.


In questo articolo: