Quartu perde nell’incendio metà del parco Molentargius: è polemica

La vice presidente del comitato Quartello elenca tutti i misteri dell’incendio che ieri notte ha incenerito metà del parco di Molentargius: mai intervenute le squadre anti incendio del parco, il sindaco non c’era, la rete di idranti di vai Fiume non funziona. In un’area dove sono volati milioni di euro di finanziamenti pubblici


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

di Lesya Pavlova- vice presidente comitato Quartello

Rogo al Parco Di Molentargius stanotte. Stanotte Quartu ha perso la metà del parco regionale in fiamme. Vorrei rendere pubblica la cronologia di eventi di questa notte.

Ho osservato l’espansione del rogo inizialmente dal balcone, sperando nel successo del tempestivo intervento dei vigili (che sono stati avvisati da Marina Lattanzi appena si sono visti le prime fiamme). Dalle 00.30 alle 02.00 il rogo era concentrato attorno alla rotonda fronte Iperpan, sembrava già che tutto era sotto il controllo, quando alle 2.00 si è ripreso con la nuova forza.

A quel punto, siamo usciti con Marina per vedere cosa stava accadendo. Quando siamo arrivati sul posto alle 2.02 le fiamme erano già di fronte alla via generale della chiesa. Li c’erano due macchine di vigili di fuoco sul posto, quando siamo arrivati, però già sono andati via dopo alcuni minuti. Il rogo si espandeva, le fiamme passavano lungo il percorso pedonale, lungo la strada. Per 50 minuti nel tratto lungo i giardini di via Fiume, dove si bruciava il parco, non si vedeva alcuna macchina di vigili.

Alle 2.16 ho chiamato al numero di emergenze ambientali del corpo forestale dello stato – 1515, mi ha risposto l operatore Cagliari-18, alla mia domanda se poteva intervenire anche il servizio di forestale, ha detto che lui sa che le squadre sono sul posto (e io essendo sul posto in quel momento potevo vedere che alla punta del rogo non c’era alcuna squadra).

Dopo circa mezz’ora dall’espansione libera del rogo verso il Margine Rosso, mi sono permessa di contattare l’assessore all’ambiente, Sig. Cannarella, che ha prontamente risposto, però non essendo al corrente della situazione, ha promesso di informarsi ed intervenire.

Alle 2.36 sono passate due macchine dei vigili di fuoco però non si sono fermati.

Alle 2.47 l’assessore mi ha scritto un msg che i vigili del fuoco e la polizia municipale sono presenti sul posto, che non ci sono preoccupazioni per le abitazioni, perché il fuoco si è sviluppato totalmente dentro il parco.

Alle 2.53 sono arrivate due macchine di vigili di fuoco. Hanno detto che non possono fare niente, perché non entreranno nelle sterpaglie e la potenza della pompa non è sufficiente. E che avrebbe dovuto intervenire la forestale. Dopodiché sono andati via, si sono parcheggiati più avanti, più vicino alla rotonda del Margine Rosso, dove le fiamme non erano ancora arrivate in quel momento.

Alle 3.07 sono arrivati i ragazzi della protezione civile di Quartu. Con un fuoristrada carica di una piccola pompa. Sono entrati dentro le sterpaglie lungo la strada abbattendo le fiamme con quella pompa che avevano a disposizione. E stavano riuscendo a spegnere le fiamme almeno salvando alcune piante selvatiche ad alto fusto nella vicinanza del camminamento. Il rogo mentre camminava verso il margine rosso.

Quando siamo andati via alle 3.22 le fiamme erano all’altezza del fine di giardini di via Fiume 🙁 Vigili erano sempre lì vicino alla rotonda del margine rosso.

Non ho visto sul posto ne il Sindaco, ne il direttore del parco.

Chissà perché ma credevo che il parco Molentargius non fosse le sterpaglie ma un area tutelata al livello regionale, un habitat protetto di vari specie di uccelli, incluso quelli rari, un’attrazione turistica alla fine con il grande potenziale e quindi il valore.

Credo che in questi casi, si dia la giusta importanza ed emergenza alla situazione. Si fa il massimo per salvare il bene comune, salvare la natura protetta.

Quello che è accaduto per me è incomprensibile. Attenderò le comunicazioni ufficiali del sindaco Stefano Delunas ed altri istituzioni responsabili, se ci saranno…

 Le domande senza le risposte:

1) perché non funziona la rete di idranti lungo via Fiume:https://www.facebook.com/groups/quartuedintorni/permalink/697614970389164/

2) perché non viene svolta la manutenzione stradale in via Fiume , come è previsto dalla normativa antincendio:https://www.facebook.com/groups/quartuedintorni/permalink/697607570389904/

3) perché non sono intervenuti le squadre antincendio del parco?

4) Perché non è intervenuta la forestale? Ma ha mandato solo i volontari della protezione civile con una piccola pompa?

5) Perché i vigili del fuoco non potevano entrare nella sterpaglia (video di vigili: 
https://www.facebook.com/groups/quartuedintorni/permalink/697615773722417/), mentre i volontari della protezione civile l’hanno fatto (video di volontari:https://www.facebook.com/LesyaPavlova/videos/10153594011206846/)?

6) perché il sindaco non era sul posto dell’incidente e non faceva il coordinamento dei soccorsi? Si tratta di un parco naturale del livello regionale in più riconosciuto come l area protetta al livello internazionale si sensi della convenzione di Ramsar (http://www.isprambiente.gov.it/…/convenzione-di-ramsar-sull…).
Perché viene trattato come una sterpaglia??


In questo articolo: