Quartu, bollette della luce più basse: scuole e edifici pubblici con impianti nuovi di zecca

Ok del Comune al piano da 16 milioni, sì anche a pannelli smart e illuminazione per cinque passaggi pedonali. L’assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Conti: “Nessun rischio, in caso di risparmi ne beneficerà il privato e l’amministrazione comunale”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Un investimento del valore di quasi 16 milioni di euro, per sedici anni di concessione, che promette di portare vantaggi concreti dal punto di vista operativo e gestionale e soprattutto che conta di produrre risparmi consistenti per l’amministrazione comunale di Quartu Sant’Elena. Sono questi i contorni della proposta di affidamento del servizio di “Energia e gestione integrata degli impianti tecnici, di condizionamento ed elevatori degli stabili del comune” nonché Servizi Smart aggiuntivi, approvata durante i lavori dell’ultimo Consiglio Comunale di via Eligio Porcu. Ora si andrà a gara, dopodiché entrerà in vigore il nuovo regime con gli aggiudicatari della concessione.
“Il parternariato si propone la riqualificazione energetica di tutti gli edifici comunali scolastici e non, per un totale di 36 edifici”, spiega l’Assessore comunale ai Lavori Pubblici Antonio Conti. “Ciò comprende l’ adeguamento delle apparecchiature già installate nei locali, la modifica di alcuni circuiti delle reti di distribuzione a partire dalle centrali di produzione, la trasformazione termica e/o frigorifera degli impianti, l’adeguamento di terminali emissivi e relativi dispositivi deputati alla termoregolazione all’interno. Gli interventi smart sono poi relativi a installazione di pannelli, sonde per il monitoraggio dei parametri e illuminazione per 5 passaggi pedonali”.
Ancora: “Il servizio include la fornitura di energia elettrica, quella di combustibili, la fornitura per gli impianti termici ed elettrici e nell’ambito di questo servizio il partner privato si fa carico di assumere il ruolo di terzo responsabile, facendo proprie tutte le incombenze tecnico amministrative. Il pronto intervento e la reperibilità h 24 sono altresì inclusi nell’accordo di concessione”
L’affidamento del servizio di gestione integrata, manutenzione, e fornitura di energia rappresenta la prima partnership pubblico privata attivata di fatto dal Comune di Quartu Sant’Elena, secondo quanto previsto dagli articoli 193 e 200 del decreto legge 36/2023 che disciplinano la materia consentendo agli investitori istituzionali di avvalersi, nell’affidamento di determinate tipologie di lavori o di servizi, della capacità di operatori economici in possesso dei requisiti di idoneità previamente stabiliti tramite procedura di bando.
Da rilevare anche il quadro economico di assoluta rilevanza che sostiene l’idea di partnership: l’importo complessivo è pari a 15,7 milioni, così ripartiti: 12,9 per lavori e servizi, 2,8 per l’Iva e 3,7 per investimenti interamente a carico del partner privato. Il canone dell’amministrazione da corrispondere al concessionario sarà di 985 mila euro all’anno. A fronte di ciò, si prevedono risparmi energetici per 56% dei consumi di gasolio e 18% per quanto riguarda la corrente elettrica. Qualora i risultati attesi non dovessero essere raggiunti i rischi rimarrebbero a carico del proponente, mentre se venissero prodotti risparmi aggiuntivi sarebbero ripartiti equamente fra il concessionario e l’amministrazione.
“A parità di spesa annua l’amministrazione avrà un guadagno netto di investimenti rilevante ed una gestione più moderna ed efficiente degli impianti derivante dalla minor dispersione energetica”, conclude l’assessore Conti.


In questo articolo: