Porto, via al grande restyling: una scommessa da 120 milioni

Quindici cantieri solo per il portocanale, un piano per l’area di via Roma

Approvato il piano triennale delle opere pubbliche 2014-2016 dell’Autorità portuale. Quasi 120 milioni di euro in tre anni per il restyling del porto di Cagliari. Si partirà dal Porto canale, ma verrà realizzata anche una darsena per i pescherecci nella zona sud ovest dello scalo, e sarà ultimata la passeggiata lungo il Molo dogana. Per Sa Perdixedda è previsto un intervento di riqualificazione con la demolizione dei fabbricati fatiscenti. E sempre all’ingresso di Cagliari, nel programma c’è anche la riqualificazione della zona di via dei Calafati e della Quarta regia. “Tutto il porto sarà interessato dai lavori – spiega il presidente dell’Autorità portuale, Piergiorgio Massidda – ma lo scalo industriale è il più importante in termini di posti di lavoro”.

La maggior parte delle risorse verranno utilizzate per il Porto canale, ormai a una svolta. Una zona che, anche in vista della realizzazione dei 15 cantieri per le imbarcazioni e al possibile decollo della zona franca doganale, è destinata a cambiare radicalmente. Ma anche la realizzazione di una darsena per imbarcazioni di servizio a Porto Foxi: per la prima fase è prevista una spesa complessiva di 10 milioni.

Gli interventi: lavori di infrastrutturazione di aree destinate a funzioni portuali, industriali e servizi logistici, completamento della viabilità interna, realizzazione del parco della chiesa di Sant’Efisio nell’avamporto est dello scalo industriale, banchinamento navi ro-ro. Ancora: realizzazione di due capannoni da destinare a officina per il pronto intervento sui mezzi portuali e nuovo ”gate” d’ingresso e locali destinati agli addetti al controllo dei varchi. Nell’arco di tre anni si spenderanno solo per il Porto canale circa 100 milioni.