Poggio dei Pini, ecco le nuove villette in stile Beverly Hills: i boschi più belli e la spiaggia ceduti a Capoterra

Alla fine dunque il compromesso è sempre quello: sì al cemento, fateci costruire ancora nella Beverly Hills di Capoterra. Un affare anche per i costruttori, e per chi si venderà ben 92 nuovi lotti. Villette però ben diverse nel nuovo piano, quasi a schiera, incastonate in quelle colline che dunque non resteranno incontaminate, che ricordano vagamente quelle di Residenza del Poggio. GUARDATE TUTTE LE FOTO

Alla fine dunque il compromesso è sempre quello: sì al cemento, fateci costruire ancora nella Beverly Hills di Capoterra. E la cooperativa di Poggio dei Pini cede al Comune due grandi aree boschive ai piedi di S.Barbara e S.Gerolamo dove in futuro potranno essere realizzati dei percorsi turistici – religiosi, e persino la mitica spiaggetta di Cala d’Orri. “E’ il risultato di anni di lavoro e confronto con la Cooperativa Poggio dei Pini e un risultato importante per tutti i cittadini di Capoterra- sostiene Giacomo Mallus- a nostro avviso una svolta epocale nella direzione della tutela del grande patrimonio ambientale nel territorio amministrato dalla Coop Poggio dei Pini”. Lo è anche per i costruttori, e per chi si venderà ben 92 nuovi lotti. Villette però ben diverse nel nuovo piano, quasi a schiera, incastonate in quelle colline che dunque non resteranno incontaminate, che ricordano vagamente quelle di Residenza del Poggio: un po’ di lignaggio in meno, la vecchia Signora in abito elegante del Poggio cede il passo forse per l’età.

“Tutto il resto del territorio della Coop sarà vincolato per sempre a verde pubblico comprese tutte le pinete e boschi di valore ambientale”, il ritornello che in realtà si era già sentito tante altre volte in passato, salvo poi fare comparire nuovi lotti, altri affari, nuovo cemento.  “La Coop completerà le opere di urbanizzazione primaria e realizzerà gli ultimi 92 lotti”, si fa passare quasi in secondo piano quella che è la vera notizia. Se non altro perchè Poggio dei Pini continuerà ad espandersi, e sarà possibile ancora comprare casa in uno dei pochi paradisi immersi nel verde ancora rimasti in Sardegna.  Sarà riordinato tutto il Piano Attuativo e le Convenzioni in essere saranno integrate nell’ultima definitiva Convenzione.

Il Comune riceverà anche dei proventi da urbanizzazione secondaria (domanda: perchè?), oltre dunque anche a due enormi aree boschive e alla spiaggia. Con tanti saluti ai padri fondatori della cooperativa, che sognavano l’autonomia e per anni avevano lottato per non cedere allo strapotere di Capoterra. Tanti cagliaritani, dal 1977, avevano costruito con i loro risparmi le loro villette da sogno nel paradiso del Poggio, dove per decenni però si dovettero aspettare i servizi essenziali, dall’asfalto nelle strade bianche ai lampioni della luce. Ora il Comune si riprende i boschi più belli e la spiaggetta, in cambio delle villette a schiera appoggiate sulle mitiche colline del Poggio. In fondo, un affare per tutti. Come sempre.

jacopo.norfo@castedduonline.it


In questo articolo: