“Pochi bus Arst, studenti in piedi e pigiati come sardine senza distanziamento”

Tutti appiccicati in attesa di raggiungere le scuole, le foto pubblicate dal Comune di Orosei: “I problemi del Covid sembra che non appartengano al mondo dei trasporti scolastici”

Le foto lasciano poco spazio all’interpretazione, e a pubblicarle è l’amministrazione comunale di Orosei sul proprio profilo ufficiale di Facebook. Quella più significativa, utilizzata per il nostro articolo, mostra tanti giovani dentro un autobus. Il distanziamento? Sembrerebbe un’optional. E nel mirino del Comune sardo finisce l’Arst: “Le problematiche Covid paiono non appartenere al mondo dei trasporti scolastici, si prendono tutte le giuste precauzioni per gli assembramenti possibili, ma poi l’Arst decide di non aumentare il numero dei bus per il trasporto degli studenti alle scuole, i ragazzi viaggiano in piedi pigiati come sardine, scomodi e con i rischi connessi al non distanziamento”.

“La Ras, al pari dell’Arst e del Miur, assenti all’ incontrodel 14 in Provincia verrà sollecitato a fornire risposte congrue alle famiglie”.