Pesce e mitili senza tracciabilità su un furgone diretto a Bosa, sequestrati 213 kg

Il furgone è stato scortato dalla Polizia presso la sede della Capitaneria di Porto di Bosa per sottoporre il carico ai controlli dei veterinari dell’ATS di Oristano e per la redazione delle relative contestazioni.

Alle 7.15 di ieri, la Polizia Stradale di Macomer ha sottoposto a controllo, al Km 18 della SS129bis, in territorio del comune di Suni, un furgone frigo diretto verso Bosa che risultava trasportare pesce e mitili senza alcun documento di origine e tracciabilità.Alle ore 07.15 di ieri, la Polizia Stradale di Macomer, sottoponeva a controllo, al Km 18 della SS129bis, territorio del comune di Suni (OR), un furgone frigo diretto verso Bosa (OR),  che risultava trasportare pesce e mitili senza alcun documento di origine e tracciabilità. Il furgone è stato scortato dalla pattuglia della Polizia presso la sede della Capitaneria di Porto di Bosa per sottoporre il carico ai controlli dei veterinari dell’ATS di Oristano e per la redazione delle relative contestazioni.

Informata dei fatti la Procura della Repubblica di Oristano, che ne ha disposto la denuncia a piede libero del conducente, già noto alla Polizia Stradale per precedenti analoghe violazioni, secondo l’ART.5 lex283 del 1962, mentre, il pesce e i mitili per un totale di KG 213,77 sono stati lasciati nella disponibilità del conducente per essere distrutti.


In questo articolo: