Movida e negozi in riva al mare a Marina Piccola: “Spazio eventi e locali nelle banchine del porto”

Cagliari sempre più come Barcellona, possibile comprare prodotti per la pesca ma anche mangiare, ecco la nuova Marina Piccola: ci saranno anche 606 parcheggi. Tutte le novità nella VIDEO INTERVISTA al vicesindaco Giorgio Angius.

Movida grazie anche agli eventi che si potranno svolgere nello spazio a lato di piazza degli Arcipelaghi e accanto al parcheggione sterrato, negozi nel porticciolo dove sarà possibile sia acquistare prodotti per la nautica e la pesca ma anche cibo. Eccola, la rivoluzione nella rivoluzione di Marina Piccola, contenuta nella variante che sarà votata la settimana prossima in Consiglio comunale. Cagliari sempre più come Barcellona e tante altre grandi città che hanno saputo sfruttare la vicinanza al mare. Ad annunciare le novità è il vicesindaco e assessore all’Urbanistica Giorgio Angius: “Sulle banchine di Marina Piccola potranno aver spazio dei piccoli locali destinati a negozietti per prodotti legati alla nautica, per bagni, per spogliatoi, che a ridosso della collina possono far fruire meglio il porto”. E potranno esserci anche spazi food: “Si può pensare anche a questo tipo di utilizzo, non è vietato”. Insomma, chioschi è ristorantini vista mare? “Ci sarà un punto ristoro aggiuntivo. Ci sono già i locali per la ristorazione, i nuovi locali non saranno concorrenziali ma accessori. Ci sono già tre volumi esistenti”.
E poi, spazio ai parcheggi, tanti in più rispetto a quelli attuali, con anche più spazi pedonali: “Recuperiamo tutto uno spazio utilizzato in maniera discontinua per grandi eventi, quando ci saranno, sulla collina. Ospiterà 175 parcheggi rispetto a quelli attuali, quindi il saldo è positivo. Ci saranno 650 parcheggi”, osserva il vicesindaco, “compresi i 40 del centro velico”.


In questo articolo: