Monserrato, la bella storia: i Rom spengono l’incendio con i volontari

In un pomeriggio carico di tensione a Paluna, una bella storia di integrazione sociale: i Rom sono scesi in strada insieme agli altri residenti per spegnere un incendio pericolosissimo. Decisivo il ruolo dei volontari

La bella storia, quella che non ti aspetti, quella che i giornali non raccontano, arriva da Monserrato. Dove i Rom si uniscono agli abitanti di Paluna per fronteggiare l’incendio che ieri pomeriggio ha messo a dura prova la squadra dei soccorsi. Fiamme che hanno avvolto un deposito di tubi in plastica, con il fumo nero e denso che invadeva anche la carreggiata di viale Marconi. Ed è qui, nel bel mezzo di un pomeriggio carico di tensione, che ad essere decisiva è stata la macchina della solidarietà. E che ha visto loro, gli extracomunitari, scendere in strada e partecipare attivamente prima allo spegnimento e poi alla bonifica.

Ma ad essere decisiva è stata anche la passione dei volontari: in prima fila i ragazzi dell’associazione Maestrale di Monserrato e Alba di Cagliari. “Sono stati momenti difficili- racconta Daniela Todde, volontaria della Protezione Civile- l’incendio è partito dall’angolo di via Riu Mortu verso via Cesare Cabras, in prossimità del campo nomadi. E devo dire che i Rom si sono impegnati tantissimo insieme a noi, per spegnere le fiamme che minacciavano anche le loro case”. Una bella storia di integrazione sociale, un calcio ai commenti volgari e razzisti che troppo spesso infestano la Rete.

 


In questo articolo: