Maxi protesta dei portuali a Cagliari, camion con le merci bloccati all’entrata del porto

La rabbia dei 300 lavoratori portuali fuori dal varco della dogana del porto in via Riva di Ponente: “Resteremo qui sino alle ventidue, dove sono i nostri stipendi? Ridateci lavoro e dignità”

Camion delle merci fatti passare al rallenty al varco della dogana di via Riva di Ponente, via libera senza problemi alle auto di turisti e viaggiatori. Esplode a Cagliari la protesta di trecento lavoratori portuali: lo stipendio di maggio non si vede e qualcuno di loro sta sopravvivendo con gli ammortizzatori sociali. La grande crisi del Porto Canale paralizza in parte, sino a stasera, una parte dell’area portuale. “Vogliamo capire se le numerose richieste, fatte al prefetto e al presidente dalla Regione, finalmente troveranno risposta”, spiega Corrado Pani, segretario regionale FitCisl, “cioè riconvocare il tavolo di crisi aperto in prefettura, è stato sospeso perché è arrivato il nuovo prefetto. Qui ci sono trecento famiglie che sono esasperate, il porto è arrivato agli sgoccioli. La politica ci aiuti”.