Lavoro, ecco chi sono i diplomati che hanno più opportunità

Cosa dice la nuova edizione di Eduscopio.it, studio curato dalla Fondazione Agnelli che mette a confronto 7 mila scuole a partire dagli esiti universitari e lavorativi di oltre un milione di diplomati

Tra i diplomati negli istituti tecnici e professionali, nei due anni successivi al diploma, il 33,7% ha lavorato per più di sei mesi, il 13,6% ha svolto lavori più saltuari e frammentari non superando i sei mesi di lavoro nel periodo considerato, mentre vi è un’ulteriore quota del 10,9% che ha alternato o svolto contemporaneamente attività lavorative e di studio universitario. Uno su cinque si è dedicato completamente agli studi universitari e non ha svolto alcuna attività lavorativa nello stesso periodo, e nel 21,7% dei casi, infine, i diplomati non risultano iscritti a corsi universitari e non hanno avuto esperienze lavorative di alcun tipo. È quanto si evince dalla nuova edizione di Eduscopio.it, il rapporto curato dalla Fondazione Agnelli che mette a confronto 7.000 scuole a partire dagli esiti universitari e lavorativi di 1.250.000 diplomati.

Continua a leggere su https://www.agi.it/cronaca/eduscopio_ricerca_diplomati_lavoro-6501449/news/2019-11-08/


In questo articolo: