La Lega bombarda Truzzu: “Assessore alla Protezione Civile chi partecipò al vergognoso pranzo di Sardara”

Andrea Piras (Lega) attacca Truzzu, dopo la nomina di Andrea Floris dell’Udc: non può che stupire la decisione assunta dal primo cittadino di Cagliari Paolo Truzzu di Fratelli d’Italia di nominare neo assessore proprio chi è ricompreso nell’elenco dei partecipanti, al quale è stata persino assegnata la delega alla Protezione Civile”

La Lega che esce dalla maggioranza al Comune di Cagliari porta il caso in consiglio regionale e “bombarda” il sindaco cagliaritano, che ha eletto assessore allo Sport Andrea Floris dell’Udc, uno dei partecipanti al famoso banchetto vietato di Sardara in piena zona arancione: “Il cosiddetto pranzo di Sardara è stato un vergognoso episodio balzato agli onori della cronaca non solo locale ma anche nazionale- attacca il consigliere regionale leghista Andrea Piras- Aver consapevolezza che in  piena zona arancione, con tutte le restrizioni del caso, fossero presenti a tale evento persone che per i ruoli pubblici ricoperti avrebbero dovuto per primi dare il buon esempio, ha fatto scaturire giuste e inevitabili  reazioni tra la gente, tra le Istituzioni e anche da parte dello stesso Presidente della Regione, Christian Solinas fino alla Procura della Repubblica che ha avviato delle indagini in seguito all’intervento delle forze dell’ordine sul posto.
Per tale ragione non può che stupire la decisione assunta dal primo cittadino di Cagliari Paolo Truzzu di Fratelli d’Italia di nominare neo assessore proprio chi è ricompreso nell’elenco dei partecipanti, al quale è stata persino assegnata la delega alla Protezione Civile.
Ho provveduto, pertanto, oggi a presentare un’interrogazione alla Presidenza del Consiglio del Comune di Cagliari chiedendo che si faccia chiarezza e si prenda posizione in merito.
Con il ritiro della delega all‘Assessore Carlo Tack abbiamo assistito a un chiaro e palese tradimento degli obiettivi prefissati dalla coalizione a cui la Lega ha sempre mostrato totale fedeltà e fiducia: sarebbe il caso che quantomeno non si scadesse in situazioni equivoche di questo genere in un penoso contesto di dinamiche legate esclusivamente ai cambi di casacca in consiglio comunale e alla distribuzione di poltrone, vergognosamente irrispettose del voto espresso nelle urne dai cagliaritani”.
Così Andrea Piras, Consigliere Comunale di Cagliari e Consigliere Regionale eletto tra le fila della Lega Salvini Sardegna, riaccende la polemica.


In questo articolo: