cagliari / 28 Marzo 2024

Ora è ufficiale: il sindaco Paolo Truzzu si è dimesso, tra 20 giorni Cagliari sarà commissariata

Qualche giorno fa è stato proclamato consigliere regionale e ora lascia la poltrona di primo cittadino. Per almeno 20 giornicittà governata dal vicesindaco Giorgio Angius. Dopodiché la governatrice Alessandra Todde dovrà nominare un commissario straordinario. Tra i nomi in ballo quelli dell'ex vicesindaca della giunta Zedda Luisa Anna Marras e dell'ex direttore generale del Comune di Cagliari Maria Cristina Mancini. E Massimo Zedda, nel centrosinistra, ufficializza la sua candidatura a sindaco

Di
apertura / 27 Febbraio 2024

Truzzu scappa in Regione, a Cagliari arriva il commissario: “Che ne sarà dei grandi progetti e del futuro del mercato?”

Il sindaco si dimetterà e andrà a fare il consigliere regionale tra i banchi dell'opposizione. Nel capoluogo sardo in pochi sorpresi dalla sua sconfitta, ma è già il tempo della preoccupazione: "Commercianti al limite della sopravvivenza, cantieri ovunque e città sporca come non mai. Reggere sino a giugno sarà ancora più duro". VIDEO INTERVISTE

Di
apertura / 26 Febbraio 2024

E’ testa a testa fino all’ultimo voto fra Todde e Truzzu: il sindaco perde su Cagliari ma recupera in altre zone

A spoglio (lentissimo) ancora in corso, quella che sembrava una vittoria sicura della candidata del Campo largo non sembra più così blindata. Il candidato del centrodestra di sicuro sta perdendo a Cagliari, città in cui è sindaco, con quasi 20 punti percentuali in meno rispetto all’avversaria (53% a 34%). Salta la “tagliola” delle 19: lo spoglio andrà avanti a oltranza

Di
cagliari / 24 Febbraio 2024

Povera Cagliari, Truzzu pronto a lasciare a un commissario la città nel caos tra cantieri delinquenza e povertà

Sia in caso di vittoria che di sconfitta alle regionali, a Cagliari al posto del sorridente sindaco Paolo Truzzu (terzultimo in Italia nel gradimento popolare, secondo la clssifica stilata l'anno scorso dal Sole 24 Ore) arriverà un commissario: un uomo solo al comando, non votato da nessuno, dovrà gestire la città per mesi con tutto il caos dei cantieri aperti, della sicurezza perduta, dei negozi che chiudono, delle strade intasate, della spazzatura in una città sempre più sporca

Di