Furbetti dei rifiuti, record a Sassari: 570 sanzioni dall’inizio dell’anno

Zero tolleranza verso gli incivili, verso i pochi che obbligano tutti a vedere angoli della città sporchi, con rifiuti abbandonati o con cassonetti stracolmi perché non differenziano o non rispettano le regole. L’Amministrazione comunale ha deciso di intensificare i controlli e nei prossimi giorni entreranno in servizio due agenti della Polizia locale che si occuperanno esclusivamente di illeciti ambientali.

Tolleranza zero verso gli incivili, verso i pochi che obbligano tutti a vedere angoli della città sporchi, con rifiuti abbandonati o con cassonetti stracolmi perché non differenziano o non rispettano le regole. L’Amministrazione comunale ha deciso di intensificare ulteriormente i controlli nei confronti di queste persone e nei prossimi giorni entreranno in servizio due agenti della Polizia locale che si occuperanno esclusivamente di illeciti ambientali. Nel frattempo, soltanto nel 2022, il Comune ha già sanzionato 570 incivili, ripulito discariche illecite e trovato i responsabili che sono stati obbligati a pagare non soltanto la multa, ma anche tutte le spese affrontate per il ripristino del luogo.

Tutto ciò indica da una parte un aumento degli incivili e una diminuzione del senso del bene comune in città, dall’altro è sicuramente dovuto anche all’attenzione sempre più alta dell’Amministrazione e alle nuove tecnologie di cui dispone l’Ente.

I due agenti potranno contare sulle foto-trappole di ultima generazione già attive dall’inizio dell’anno, destinate ad aumentare nelle prossime settimane, che si sono aggiunte alle precedenti. Non solo: si tratta di vere e proprie videocamere utili anche per la sorveglianza e quindi per potenziare il livello di sicurezza della cittadinanza. Le nuove, come le precedenti, sono mobili e sono quindi spostate nelle varie zone della città e dell’agro, individuando le aree più critiche anche grazie alle segnalazioni che arrivano dai cittadini attraverso i canali istituzionali dell’Ente (alla Polizia locale ai numeri 079279115 e 079274100, al settore Ambiente all’indirizzo mail [email protected] e all’Ufficio relazioni con il pubblico, attraverso la mail [email protected] o con un messaggio privato nella pagina Facebook del Comune @ComunediSassari raggiungibile anche dal nuovo sito www.comune.sassari.it).

Tra le sanzioni, spiccano quelle fatte contro chi viene dai comuni vicini per conferire nei cassonetti di Sassari e chi non rispetta le regole del servizio di ritiro dei rifiuti porta a porta. Entrambi gli illeciti causano un danno al decoro ambientale e per tutta la comunità: occupando lo spazio destinato ai cittadini che abitano in quelle zone si sovraccaricano di fatto i contenitori che non possono più essere usati da chi ne ha diritto, quando addirittura gli incivili non abbandonano i loro rifiuti per terra.


In questo articolo: