Follia al cinema, invitato ad alzarsi picchia il possessore del biglietto: nei guai 42enne cagliaritano

Per la gravità dei fatti e per motivi di sicurezza il personale della sala cinematografica ha dovuto interrompere la proiezione del film e procedere all’evacuazione degli spettatori.

Aggressione in un cinema. Notificato il divieto di accesso alle aree urbane ad un 42enne cagliaritano.

I poliziotti della Divisione Polizia Anticrimine su proposta del Commissariato di P.S. di Quartu Sant’Elena hanno notificato il D.AC.UR. (Divieto di accesso alle aree urbane), emesso dal Questore di Cagliari nei confronti di un cagliaritano di 42 anni.

Lo scorso mese di ottobre, presso un cinema sito all’interno di un noto Centro Commerciale dell’hinterland della città Metropolitana di Cagliari, l’uomo, dopo aver occupato posti a lui non assegnati, sebbene fosse stato invitato a spostarsi dai legittimi titolari, si è scagliato contro uno di essi nonostante l’intervento del personale del cinema. Ha colpito la vittima con un pugno e lo ha spinto, fino a cadere insieme a lui sulla fila sottostante, separata da una balaustra, colpendo anche una ragazza lì presente. Sono dovuti intervenire altri operatori della sala cinematografica per sedare la lite, ed è stato richiesto anche l’aiuto alla Polizia. I Poliziotti del Commissariato di Quartu Sant’Elena sono intervenuti denunciando l’autore dell’aggressione per le lesioni che la vittima ha riportato e per le quali sono stati prescritti 21 giorni di cure.

Per la gravità dei fatti e per motivi di sicurezza il personale della sala cinematografica ha dovuto interrompere la proiezione del film e procedere all’evacuazione degli spettatori.

Gli agenti della Divisione Polizia Anticrimine hanno avviato immediatamente gli accertamenti, a seguito della segnalazione di questo grave episodio da parte dei colleghi del Commissariato di Quartu Sant’Elena,  riscontrando la condotta violenta, tenuta in orario serale, all’interno di un luogo di pubblico trattenimento, in una zona particolarmente frequentata da famiglie, adulti e giovani, anche minorenni, che ha inferto un grave danno alla sicurezza e alla tranquillità pubblica ed ha rappresentato un potenziale pericolo per l’incolumità pubblica.

La misura di prevenzione DACUR ha imposto all’uomo il divieto, per 2 anni, di accedere dalle ore 14.00 alle ore 02.00 allo stesso Centro Commerciale, in ragione del luogo in cui è stato commesso il predetto reato, nonché il divieto di stazionamento nel parcheggio circostante.


In questo articolo: