Follia a Cagliari, lanciata una molotov contro il comando dell’Esercito in via Torino – VIDEO

Un attentato incendiario in piena regola, qualcuno ha poi tirato fumogeni e imbrattato con vernice rossa. Indagini serrate, la dura condanna della politica: “C’è un clima esasperato che viene alimentato dagli irresponsabili”.

Attentato incendiario contro il comando dell’Esercito in via Torino a Cagliari. Nello stesso giorno in cui hanno sfilato e manifestato gruppi di antimilitaristi, pensionati e pacifisti, nella tarda serata qualcuno ha lanciato una molotov contro l’edificio, prima di lanciare anche vernice rossa e dei fumogeni. Non si registrano feriti, fortunatamente, ma la parete del comando è stata pesantemente annerita. La polizia sta svolgendo tutte le indagini del caso, serrate, per risalire al responsabile del gesto. 
E arriva la dura condanna del deputato sardo di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda: “Un clima esasperato alimentato da irresponsabili. Ai militari va la mia solidarietá e sostegno, un episodio che arriva dopo un irresponsabile e crescente campagna di disinformazione sulle esercitazioni della Marina Militare, e non dell’Esercito oggetto dell’intimidazione, una esasperazione nei toni da parte di qualcuno che spaccia come giornalismo le proprie opinioni, smentite dai documenti e dai fatti ma anche da chi in politica dovrebbero fare mea culpa per i termini utilizzati, utili per trovare visibilitá ma gravemente esagerati nei confronti di una Istituzione come le forze armate e la Difesa. Per di più da chi é maggioranza del Governo. Una esasperazione che purtroppo da spazio e viene usata da chi preferisce usare la violenza verbale, e purtroppo non solo quella, nella nostra terra”, dice Deidda. “I violenti dovrebbero essere isolati e fermati, non alimentati. Presenterò una interrogazione per chiedere chiarimenti al Governo se intende adottare le opportune iniziative a tutela delle nostre forze armate”.


In questo articolo: