Buddusò in festa: il 3 e 4 giugno motori, folklore e musica

Buddusò riparte e inaugura la stagione estiva oramai alle porte con una manifestazione che racchiude tradizione, folklore, enogastronomia, spettacoli e motori.

Buddusò riparte e inaugura la stagione estiva oramai alle porte con una manifestazione che racchiude tradizione, folklore, enogastronomia, spettacoli e motori. L’occasione del rally era troppo ghiotta per non pensare ad un evento che portasse i visitatori e gli appassionati, dallo sterrato di Loelle, a soli sette chilometri dal paese, al cuore dell’abitato per conoscere le peculiarità, le tradizioni e le usanze del luogo. La Proloco, promoter dell’evento, insieme al comune di Buddusò, ha voluto dare un segnale di ripartenza molto forte: già dallo scorso febbraio era partita la cabina di regia che in questi mesi ha saputo coinvolgere numerosi enti e associazioni che insieme al comitato organizzativo, hanno programmato il 3 e il 4 giugno, due giornate ricche di appuntamenti, spettacoli, musica dal vivo e gruppi folkloristici che arrivano da tutta l’isola. Buddusò si apre al mondo e condivide tutto il suo sapere identitario: il borgo di granito, conosciuto per le sue statue e le sue sugherete ospiterà tutti gli appassionati che seguiranno l’ultima tappa del rally, lo staff motoristico e tutti coloro che vorranno visitare il paese.  Il corso si animerà di piccoli stand, verranno offerti prodotti tipici locali, dai formaggi al pane carasau  alle produzioni di insaccati per una degustazione ricca di sapori a chilometro zero. Spazio alla tradizione e al costume: oltre alle sfilate di alta sartoria locale organizzate da Insula , Buddusò ha esteso l’invito ai comuni della Sardegna per raccontare la festa in maschera. Il folklore si fonde con la festa pagana e il borgo si anima di musica: il ritorno alla normalità ha suoni e note della tradizione: organetto, launeddas, voci straordinarie della Sardegna che si incontrano a Buddusò e aprono di fatto la stagione estiva 2022. Nomi, personaggi e gruppi folk arriveranno da tutta l’isola: l’amministrazione comunale sui canali social ha già spoilerato il programma e gli ospiti: il 3 giugno si parte con la Manifestazione itinerante che si svolgerà dalla Piazza Monumento a Piazza Fumu e lungo il corso Vittorio Emanuele in cui verranno offerte le degustazioni. Il tour negli stand sarà allietato dai gruppi folk: Graziano Picoi” di Buddusò, il Coro Polifonico ..Santa Nostasia” di Buddusò, i Balladores” di Ollolla il Coro Polifonico Donu Reale” di Buddusò e i “Battos Moros” di Oliena. Il concerto serale che chiuderà la festa è affidato a Soleandro. Nella giornata del 4 giugno si replica con gli stand enogastronomici ma il programma degli eventi chiude in bellezza con  i gruppi folk: Ilttiri Cannedu” di Ittiri, I’Associazione Etnika di Nuoro, le maschere tradizionali “Sas mascheras e cuaddu” di Neoneli e “Gambas de Linna” di Guspini. Dalle 17 00 in piazza Fumu, l’esibizione dei Mamuthones e lssohadores (Associazione Atzeni di Mamoiada), seguiti dall’esibizione musicale dei Fantafolk con Vanni Masala all’organetto e Andrea Pisu alle launeddas.  La serata prende forme di gran fascino con l’ evento artistico “Sardegna ieri e oggi”, sfilata di moda dedicata alle creazioni degli atelier di Marco Marongiu e Tiziana Cabboi, che culminerà con i Cordas et Cannas in concerto. “Abbiamo voluto sfruttare l’occasione del rally – spiega il sindaco di Buddusò Massimo  Satta- per mostrare anche l’altro volto di Buddusò: oltre al paesaggio e al bellissimo altopiano di Loelle, il nostro borgo attira per la sua incredibile ospitalità. Dopo questo stop forzato dall’emergenza sanitaria, abbiamo necessità di infondere fiducia, ripartire e mostrare il nostro caratteristico paese. Siamo vicini al mare ma chi viene qui si innamora della nostra gente e dei nostri luoghi ricchi di storia. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato a questo evento, e vi invito a partecipare numerosi”.


In questo articolo: