La promessa di Draghi agli italiani: non aumenteremo le tasse e presto meno restrizioni Covid

Il premier all’assemblea di Confindustria: via gli oneri di sistema del gas per tutti, e quelli dell’elettricità per le famiglie e le piccole imprese. E sul green pass: strumento di libertà che consentirà presto nuove riaperture


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Mario Draghi, accolto dalla platea con una vera e propria standing ovation, l’ha solennemente promesso dal palco di Confindustria a tutti gli italiani: “Non aumenteremo le tasse”. Finalmente una buona notizia, dopo l’avvicinarsi dell’incubo della stangata d’autunno con l’aumento fino al 40% delle bollette di luce e gas. Ma anche su questo fronte Draghi è rassicurante, anzi fa di più: annuncia che nel consiglio dei ministri di oggi sarà discusso l’intervento da 3 miliardi per “eliminare per l’ultimo trimestre dell’anno gli oneri di sistema del gas per tutti, e quelli dell’elettricità per le famiglie e le piccole imprese”, abbassando così drasticamente gli aumenti già annunciati. E temutissimi, dopo il non facile periodo dovuto alle chiusure da covid. Ancora, terreno fertile per le rassicurazioni del premier, più volte interrotto dagli applausi: “Voglio ringraziare per la collaborazione sul green pass che è strumento di sicurezza e libertà, perché il governo sta agendo con la massima determinazione per evitare nuove chiusure e anzi si prepara, guardando alla curva dei contagi, ad allentare le restrizioni”, ha annunciato, tirando poi in ballo il ministro del Lavoro Orlando sulla riforma degli ammortizzatori sociali e le politiche attive.

L’obiettivo di Draghi è chiaro: portare l’Italia su un percorso di crescita inclusiva, che migliori la mobilità sociale e consenta la piena realizzazione professionale dei cittadini. Soprattutto dei giovani e delle donne, e soprattutto al Sud.


In questo articolo: