Domenico Gallus a Radio CASTEDDU: “La Sardegna resterà in zona bianca per le prossime due settimane”

Contagi in leggero aumento, ma i numeri continuano a “premiare” l’Isola: “Non dovremmo avere sorprese, non siamo sicuramente in un particolare stato ansioso”

Rimaniamo in zona bianca oppure no? A Radio CASTEDDU, Domenico Gallus, presidente della commissione regionale Sanità. “Mantenere la zona bianca sarebbe un ottimo risultato anche dal punto di vista della maturità e dell’assoluta dedizione dei sardi verso la propria terra, però diventa difficile perché, purtroppo, il virus continua a circolare, a essere molto subdolo, insidioso e soprattutto ha ancora i suoi capisaldi che sono i portatori sani. Non sono pessimista ma realista, ma sono quasi sicuro che, ancora per un paio di settimane, resteremo bianchi.
Se continuiamo ad agire come ora, non è un traguardo irraggiungibile. La giornata è stata allietata con l’ordinanza del presidente Solinas. Non a caso ha scelto questa data per poterla emanare; farla pubblicare oggi è un simbolismo, il monito di quello che purtroppo è successo. Oggi si ricordano le vittime del Covid-19, si rende il giusto omaggio a chi purtroppo non ce l’ha fatta e c’è, quindi, un’ordinanza che cerca di tutelare quelli che sono i nostri confini ma, soprattutto, la nostra gente. Un’ordinanza che vede i sindaci in prima linea  per la tutela del nostro territorio, della comunità, una responsabilità che, da noi sindaci, è sempre stata accettata perché noi siamo i guardiani, siamo coloro che devono garantire la serenità, la tranquillità della nostra popolazione.
Abbiamo una ventina di persone in terapia intensiva, che sono determinanti per il mantenimento o meno della zona bianca, e poi ci sono, ovviamente, i numeri di contagi che oggi sono stati 121. Sforano un po’, perché per mantenere la zona bianca, possibilmente, devono stare sotto i 100. Domani non dovremmo avere sorprese, non siamo sicuramente in un particolare stato ansioso”.
Risentite qui l’intervista a Domenico Gallus del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU